Invece del solito olio, aceto e limone ecco come condire il cavolfiore bollito per renderlo appetitoso in un baleno

Il cavolfiore è un particolare ortaggio appartenente alla famiglia delle crucifere. Un alimento tipico del periodo invernale, che non può assolutamente mancare nel nostro carrello della spesa.

Secondo alcuni botanici sarebbe originario del Medio Oriente, ma sappiamo che già gli antichi Greci e Romani apprezzavano le sue proprietà organolettiche. Un ortaggio formato da un’infiorescenza di vari colori (bianca, viola, verde, ecc.) e da foglie commestibili.

Qualche piccola curiosità sul cavolfiore

Sappiamo che il cavolfiore è ricco di proprietà nutritive essenziali. Le fibre, le vitamine e i sali minerali, in ecco contenute, sarebbero un vero e proprio toccasana per la salute del nostro organismo.

Inoltre, il ridotto contenuto di calorie (30 ogni 100 grammi) e i pochi grassi, rendono il cavolfiore un alimento perfetto da inserire della dieta.

Ma spesso alcuni di noi rinunciano a mangiarlo perché, nel momento della cottura, emana un cattivo odore che si propaga per tutta la cucina. Ecco, quindi, come risolvere il problema ed eliminare rapidamente la puzza di broccoli, verze e cavolfiori dalla cucina, grazie a questi trucchetti molto furbi.

Invece del solito olio, aceto e limone ecco come condire il cavolfiore bollito per renderlo appetitoso in un baleno

Il cavolfiore è un alimento dal sapore molto delicato. Un vegetale versatile che può essere consumato sia cotto che crudo e abbinato a carne, pesce e cereali.

Ma possiamo gustare il nostro ortaggio anche da solo, cuocendolo in acqua salata o a vapore.

Ma attenzione, invece del solito olio, aceto e limone ecco come condire il cavolfiore bollito per renderlo appetitoso in un baleno.

Per preparare la salsina, ci serviranno i seguenti ingredienti:

  • 3 cucchiaini di salsa di soia;
  • peperoncino in polvere quanto basta;
  • 1 spicchio di aglio;
  • olio extravergine di oliva quanto basta;
  • olio di sesamo quanto basta.

Preparazione

In una ciotola, versiamo la salsa di soia, la polvere di peperoncino, l’olio extravergine di oliva e l’olio di sesamo. Giriamo per bene e aggiungiamo lo spicchio di aglio tritato finemente o schiacciato.

Amalgamiamo fino ad ottenere un miscuglio omogeneo.

Nel frattempo facciamo bollire in una pentola dell’abbondante acqua salata. Aggiungiamo il cavolfiore, precedentemente lavato e tagliato.

Facciamo cuocere per qualche minuto (l’ortaggio dovrà essere croccante) e scoliamo.

Ora possiamo condire il cavolfiore con la nostra gustosa e appetitosa salsina, appena preparata.

Naturalmente possiamo utilizzare questo condimento anche per insaporire i broccoli.

Approfondimento:

Ecco come cucinare correttamente la verza per renderla più digeribile e non perdere vitamine e minerali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te