Intesa Sanpaolo al top tra i bancari

Intesa Sanpaolo (ISP.IT)  ha chiuso la seduta del 30 novembre a 2,048€ con un rialzo  dello 0,76% rispetto alla precedente chiusura giornaliera e un rialzo dell’4,91% rispetto alla chiusura settimanale precedente.

Il titolo ha segnato il massimo annuale a febbraio a quota 3,0114€ e il minimo annuale a novembre a quota 1,862€.

Nonostante Intesa abbia perso circa il 40% dai massimi annuali rimane sempre il più forte tra i bancari italiani. Ci siamo occupati più volte del titolo. Recentemente abbiamo riportato circa il suo interesse per Camfin (Intesa Sanpaolo tenta l’ingresso in Camfin?) e messo in evidenza come ai valori attuali il titolo abbia un rendimento di circa il 10% grazie ai dividendi.

Oggi vogliamo concentrarci su un altro aspetto che pone, ancora una volta, Intesa Sanpaolo all’avanguardia.

Prima, però, vogliamo riportare un comunicato della Consob che riguarda Intesa. Jpmorgan Chase lo scorso 20 novembre 2018, ha ridimensionato la propria quota azionaria all’1,941%, posseduta a titolo di diretta proprietà. In precedenza, dal 18 settembre 2018, Jpmorgan Chase deteneva una partecipazione in Intesa Sanpaolo, pari al 3,009%.

Intesa Sanpaolo investe nella banca digitale

Gli italiani che si collegano una volta al mese a internet da mobile sono il 75%. In questo contesto, il 54% dei possessori di uno smartphone dichiara di avere scaricato l’App della propria banca e il 51% di esser dotato di applicazioni per il pagamento nei negozi fisici. Percentuali che salgono (e si invertono) quando si scende tra i giovani rispettivamente al 60% e 69%.
Tuttavia le operazioni più diffuse sono ancora quelle “abituali”: il 66% dei clienti usa il digitale per la gestione del c/c, il 64% per monitorare i risparmi e le attività, mentre si scende intorno al 25% per la gestione degli investimenti o le operazioni più complesse. In ogni caso, la crescita è “visibile” rispetto al 2017 anche per questo genere di operatività.
In questo settore in forte evoluzione Intesa Sanpaolo ha annunciato un piano d’investimento da 2,8 miliardi di euro fino al 2021.  Una risposta a quegli 8 milioni di clienti (su 11,9 milioni) che sono già “multicanale”. Quelli che utilizzano l’applicazione da smartphone e tablet sono quasi 3 milioni. Con un piano di investimenti così ambizioso, Intesa Sanpaolo conferma la trasformazione digitale quale priorità per lo sviluppo del gruppo. La banca punta digitalizzare il 70% delle attività entro il 2021.

Time frame giornaliero: analisi e previsioni di Proiezionidiborsa su Intesa Sanpaolo

Sul titolo è in corso una proiezione ribassista che ha raggiunto il suo I° obiettivo di prezzo in area 1,9226€. Va notato, però, che da inizio ottobre il titolo si muove all’interno del trading range 1,9226€ – 2,1319€. A questo punto solo la rottura di uno dei due livelli indicati potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Nel caso di una rottura ribassista le quotazioni si dirigerebbero verso il II° obiettivo di prezzo in area 1,37544€. In caso contrario, si dirigerebbero verso area 2,26€. Per una rottura rialzista, però, va tenuto conto della fortissima resistenza in area 2,06€.

Intesa Sanpaolo: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

Intesa Sanpaolo: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero

Intesa Sanpaolo al top tra i bancari ultima modifica: 2018-12-03T07:22:29+00:00 da redazione
Opera sui Mercati con XM
Opera sui Mercati con XM
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.