Iniziare il nuovo anno con un’opportunità, questo è il momento migliore per chiedere un mutuo e comprare casa all’asta

Iniziare il nuovo anno con un investimento è quanto di meglio si possa fare per ottenere un grande vantaggio di medio termine. I tassi d’interesse in questo momento sono molto convenienti e sfruttare l’occasione oggi significa avere un risultato importante in tasca tra qualche anno.

Nonostante le difficoltà economiche generalizzate, le politiche monetarie europee stanno aiutando i tassi sui mutui a rimanere bloccati. I prezzi degli immobili tendono a rimanere contratti e questo mix è una vera opportunità. L’investitore medio e chi intende acquistare una prima casa non se lo devono lasciare scappare.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Iniziare il nuovo anno con un’opportunità, questo è il momento migliore per chiedere un mutuo e comprare casa all’asta

La situazione non cambierà velocemente. Si possono consultare su internet i dati relativi alle previsioni che vedono un aumento dei tassi a partire, forse, solo dal 2023. Le banche non sono intenzionate ad aumentare le spese per la concessione dei mutui. Questo dovrebbe rassicurare ulteriormente chi vuole programmare un investimento.

Grazie all’Associazione Bancaria Italiana è possibile richiedere un mutuo agevolato per l’acquisto di un immobile attraverso partecipazione alle aste. I finanziamenti coprono l’80% del valore dell’immobile o del prezzo di aggiudicazione.

I mutui possono essere richiesti in maniera classica oppure on line e devono essere perfezionati nel momento in cui il giudice emette l’atto di trasferimento dell’immobile in favore dell’aggiudicatario.

Comprare un immobile all’asta è conveniente perché si può risparmiare circa il 20% rispetto al valore di mercato, ma in seconda assegnazione il risparmio può salire di un ulteriore 5%.

Se l’immobile è destinato a uso abitativo si può accedere ad agevolazioni fiscali aggiuntive facendone richiesta al tribunale. È prudente informarsi per bene sul fatto che il giudice all’interno dell’atto abbia indicato l’ordine di cancellazione dei pignoramenti e delle ipoteche gravanti sull’immobile.

Come partecipare

Le aste possono essere senza incanto o con incanto. In un primo tempo, se siamo interessati alla partecipazione presenteremo l’offerta di acquisto alla Cancelleria del Tribunale. Nell’offerta in busta chiusa dovranno essere contenute le indicazioni dell’offerta nel rispetto dei termini e delle modalità riportate nell’avviso. Nel caso in cui l’immobile non venga assegnato, il giudice disporrà una nuova asta con data e luogo, questa volta con incanto. Gli interessati parteciperanno dichiarando pubblicamente la loro offerta. L’asta si dichiarerà conclusa se non ci sarà stato un rilancio entro tre minuti dall’ultima offerta dichiarata.

Per partecipare a un’asta è necessario consegnare la documentazione richiesta tramite l’avviso e versare il deposito cauzionale. Tale deposito è solitamente corrispondente al 10% della base s’asta e deve essere corrisposto tramite assegno circolare. Nel caso in cui il passaggio di proprietà non si perfezioni, si verifica la restituzione del deposito.

È giusto iniziare il nuovo anno con un’opportunità, questo è il momento migliore per chiedere un mutuo e comprare casa all’asta, anche se l’impegno ci fa paura. Quando le occasioni si presentano, dobbiamo essere bravi a coglierle.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te