Iniziamo a prepararci in anticipo per il Carnevale grazie a questa ricetta della tradizione poco conosciuta e tipica per le feste che stupirà i nostri ospiti

Quando arriva la festa di Carnevale, tutti comprano o preparano le chiacchere. Questi dolci, nella versione fritta o al forno, sono presenti in molte Regioni d’Italia ma spesso assumono altri nomi. In Piemonte si chiamano bugie, in Emilia Romagna fiocchetti e infine in Lazio semplicemente frappe. Oggi però parliamo di un altro dolce da mangiare in questo periodo, andando alla scoperta di una tradizione sarda. Iniziamo a prepararci in anticipo per il Carnevale grazie a questa ricetta della tradizione poco conosciuta e tipica per le feste che stupirà i nostri ospiti. Vediamo insieme come possiamo preparare i culurgiones de mendula.

La lista degli ingredienti

Per l’esterno:

  • 1 pizzico di sale;
  • 4 uova intere;
  • 1 bicchiere di vernaccia;
  • 40 grammi di strutto;
  • 440 grammi di farina 00;
  • 60 grammi di semola rimacinata.

Per il ripieno:

  • 1 cucchiaio di maraschino;
  • mezzo cucchiaino di essenza di mandorla;
  • 150 grammi di acqua;
  • 450 grammi di mandorle;
  • 450 grammi di zucchero;
  • scorza grattugiata di 3 limoni.

Per friggere:

  • olio di semi q.b.

Iniziamo a prepararci in anticipo per il Carnevale grazie a questa ricetta della tradizione poco conosciuta e tipica per le feste che stupirà i nostri ospiti

Molti sanno che i culurgiones sono un piatto tipico della Sardegna. Però quando pensano a questi, mai si aspetterebbero un dessert. Infatti solitamente sono dei ravioli ripieni di patata, pecorino e menta oppure di formaggio. Nella loro versione dolce, però, hanno un interno fatto di mandorle. Vediamo come prepararli. Per prima cosa bisogna asciugare le mandorle in forno a bassa temperatura e tritarle finemente. Poi prendere un tegame e inserire dell’acqua con il maraschino, l’essenza di mandorla e la scorza di un limone. Attendere l’ebollizione e aggiungere la farina di mandorle, lasciando cuocere e rimestando per 10 minuti a fuoco lento. Lasciare per un attimo da parte e preparare la pasta con farina, strutto, uovo e sale. Diluire con la vernaccia e impastare fino ad ottenere un composto liscio.

Tenere in frigo per un’ora. Lavorarlo poi fino a formare delle palline grosse come una noce. Passare poi ogni pezzo più volte in una sfogliatrice. Inserire il ripieno all’interno dei pezzi e poi creare la forma di una mezzaluna. Metterli a friggere in olio a 170 gradi e scolarli quando hanno raggiunto una consistenza dorata. Noi consigliamo l’olio di arachidi dato che secondo la scienza è il più adatto nelle fritture. Adagiarli, infine, sulla carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

Approfondimento

La ricetta per delle chiacchiere di Carnevale gustosissime, ma con meno calorie

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te