Indici Usa fra setup naturali e dinamici

Abbiamo parlato, nell’articolo di ieri, della tecnica ABCDE, ed avevamo indicato, in precedenti analisi, la statistica degli anni che terminano con il 7, appunto come 2017.

Prima di iniziare rimarchiamo che le previsioni si avverano solo e soltanto quando il trend è a loro favore, altrimenti…

IL TREND DI WALL STREET IN QUESTO MOMENTO è SALDAMENTE RIALZISTA SU OGNI TIME FRAME CONSIDERATO.

Ma esistono altri elementi, che fanno ritenere il mese di ottobre, un livello di tempo, rilevante, da cui dovrebbe scaturire un’esplosione di momentum, in senso continuativo o di inversione.

In tal senso occorre chiarire che in particolare sugli indici USA avremo, ad ulteriore conferma di quanto indicato da altre tecniche, la scadenza in ottobre, sia di setup fissi, o naturali, sia di setup dinamici.

Cosa si intende con tali espressioni?

!!!Acquista in straordinaria offerta gli Ebooks di Gian Piero Turletti!!!

Cosa pensa chi ha acquistato gli Ebooks di Turletti?

Secondo me con i metodi di Gian Piero Turletti si può avere sia una visione anticipata di quello che poi capiterà sui mercati, sia segnali trend following, di conferma, desunti dai metodi stessi.
Cimatti Mario Marco

Talora possono essere i movimenti stessi dei prezzi ad indicarci futuri setup, e possiamo parlare quindi di setup dinamici, talora i setup sono fissi, cioè rappresentano scadenze fisse conteggiate a partire da punti di svolta rilevanti.

Chi, tra gli altri, soprattutto usò questo concetto, includiamo in primis Gann, che aveva suddiviso, in particolare, un cerchio di 360 gradi in alcune partizioni, dal medesimo ritenute rilevanti.

In tal senso rilevante la scadenza di 180, pari a metà di 360, ma importante anche la scadenza di 144, entro la quale rilevante quella di 36, pari ad un quarto di 144.

E, facendo partire, su time frame mensile, tali scadenze naturali, dall’ importante minimo di ottobre 2002 su Dow Jones, S & P 500, e Nasdaq, non possiamo non notare che proprio il prossimo mese di ottobre rappresenta la scadenza naturale di un setup di 180, nonché, quindi, di 144 più 36. Elemento che, quindi, si aggiunge agli altri che individuano in ottobre un rilevante setup.

Parlavamo, prima, dei setup legati ai movimenti dei prezzi.

In tal senso due diversi pattern di magic box riconducono al mese di ottobre, più o meno sugli attuali livelli di prezzo.

Ancora una volta non resta che valutare la chiusura mensile, punto temporale in cui l’intero time frame dovrebbe aver raggiunto un suo equilibrio ed aver deciso la direzione da prendere.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te