Indici di Borsa crollano, bisogna reagire così

Quanti di voi si sono trovati con il morale sotto i tacchi vendendo gli indici di Borsa crollare. La settimana scorsa è da cerchiare in rosso e poiché non si sa come andrà nei prossimi giorni, meglio darvi alcune indicazioni per poter reagire. Quando gli indici di Borsa crollano, prendere determinate decisioni per fare i propri interessi è strategico. Reagire alle perdite  non è facile, perché si viene assaliti da un senso di vuoto e disperazione. La soluzione giusta per tutte le stagioni non c’è ma non bisogna farsi prendere dal panico ma trovare un punto di equilibrio.

Primi passi da fare

Prima di agire è necessario rendersi conto se si hanno soldi sufficienti per le esigenze immediate. Successivamente  capire perché si vuole vendere e soprattutto valutare come si è comportato il portafoglio nel medio lungo termine.

Meglio un consiglio di chi ne sa di più

Non siamo capaci di valutare da soli quale strategia perseguire. E’ consigliato rivolgersi ad un professionista degli investimenti in modo da confrontarsi. Avere un parere autorevole è un valore aggiunto che può evitare brutte sorprese o scelte non in linea con il momento. Se poi vi sentite sicuri allora fate da soli ma almeno seguite delle indicazioni generali.

Mai farsi prendere dal panico

Compra basso e vendi alto è un vecchio adagio che i neofiti si appoggiano ai primi approcci con i mercati finanziari. Fare scelte strategiche in base al proprio portafoglio.

Nessuno ha la sfera magica

Partiamo dal presupposto che neanche il professionista più esperto ha la sfera magica per dirti con certezza cosa renderà sui mercati. Se si pensa di investire in azioni sulla Borsa meglio farlo pensando al lungo termine per sperare di fare guadagni. I risparmi impiegati in Borsa dovrebbero non essere necessari per almeno sette anni. Se invece c’è la necessità di rientro del capitale investito in più breve tempo allora meglio obbligazioni, titoli di stato e beni rifugio.

Migliorare la situazione personale

Investire è una questione di equilibrio. Mettere da parte emotività e impulso. Occorre bilanciare le reazioni, le decisioni e la personale propensione al rischio. Per non mettere a rischio il proprio portafoglio bisogna tenere un occhio di riguardo all’evoluzione del mercato.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te