L’incredibile voglia di risiedere nei paesini più incantevoli d’Italia

Il tempio del benessere è ancora una volta il nostro Paese, nell’immaginario mondiale. Natura generosa, le tradizioni a tavola, mille località da visitare in auto o in bicicletta. Ecco da Nord a Sud gli incantevoli paesini scelti da molti stranieri che stanno acquistando case, prenotando vacanze e appartamenti. Scopriamoli insieme al Team Turismo di ProiezionidiBorsa.

A San Sebastiano Curone tra funghi e tartufi

Partiamo dalle Alpi trentine con Caldonazzo, in Trentino, un paesino adagiato nella piana alluvionale del Centa. Tra i borghi veneti più belli c’è Soave, una cittadella del vino ben collegata con il mare, le autostrade principali e gli aeroporti.

In provincia di Brescia molti prendono casa a Bagolino, un antico borgo medievale situato nell’alta Valle Sabbia, a poca distanza dal Lago d’Idro. In Piemonte sta riprendendo quota la provincia di Alessandria: sui colli dove si coltivano le uve di Timorasso e si producono i biscottini detti baci di dama, si trova il delizioso borgo di Paderna.

A fargli concorrenza, San Sebastiano Curone, un vero gioiello tra colline coltivate a frutteto che d’inverno sono piene di funghi tartufi.

Bertinoro, a 15 km da Forlì, conosciuto come il “Balcone della Romagna” e Brisighella, poco sopra Faenza, sono due borghi straordinari per la qualità del cibo e della vita che offrono. Il secondo regala anche una vista incantevole su tutta la pianura romagnola.

Un altopiano mozzafiato a Castelluccio

Tra le perle delle Marche ci sono Corinaldo e Staffolo, borgo medioevale che sorge in cima ad un colle a circa 40 km da Ancona (Bandiera Arancione per la qualità del turismo e Bandiera Verde per l’agricoltura).

Oltrepassando l’Appennino, si incontrano Visso e Castelluccio di Norcia. Passando in Toscana sono deliziosi nel senese Sarteano, Trequanda, San Giovanni d’Asso.

Nel Lazio le nuove mete sono Tuscania, antico borgo che sorge su promontori di roccia e tufo a 180 metri sul livello del mare e l’incantevole Ninfa. I romani scappano a vivere a Tivoli ma anche oltre Frosinone, nella bellissima ex colonia greca Ferentino.

Protagonisti della moderna transumanza moderna

L’incredibile voglia di risiedere nei paesini più incantevoli d’Italia. In Abruzzo tornano i residenti a Pescasseroli, a Montepagano vicino a Teramo e Atri, sopra Pescara.

Mentre in Molise si può soggiornare e lavorare ad Oratino, in provincia di Campobasso, un paesino isolato su una rupe nella Valle del Biferno. In Campania è imperdibile Limatola con il suo maniero straordinario. In Puglia si vive anche d’inverno a Capo dell’Orso e in Calabria va scoperta Trebisacce, dominata dalla Torre Albidona con i suoi agriturismi di fascino.

La Sicilia da scoprire tra le colline di Burgio

Per gli appassionati delle isole, l’incanto di Aci Trezza, pittoresco borgo di pescatori a pochi chilometri da Catania dove Giovanni Verga ambientò il suo celebre romanzo “I Malavoglia”. Lasciano a bocca aperta Burgio con il suo Castello, il dedalo di vicoli, le pizzerie notturne.

Nel cuore della Sardegna si aprono le case nei sobborghi di Alghero ma si va anche nell’interno, per esempio a Gavoi, borgo circondato dai monti e dai boschi del Gennargentu, a 800 metri di altitudine.

Ecco, dunque, perchè è forte l’incredibile voglia di risiedere nei paesini più incantevoli d’Italia.

Consigliati per te