Incredibile quanto alcune nostre azioni di igiene quotidiana siano in realtà causa di infezioni batteriche e come rimediare

L’igiene personale richiede azioni che aiutano a vivere meglio. Queste azioni permettono di prevenire l’insorgere di infezione batteriche. Eppure, alcune di esse, eseguite in maniera scorretta, sono ricettacolo di germi e batteri. Consoliamoci pensando che le compiamo inconsapevolmente, ma non è mai troppo tardi per correggerle.

Incredibile quanto alcune nostre azioni di igiene quotidiana siano in realtà causa di infezioni batteriche e come rimediare

Vediamo nello specifico quali siano le nostre abitudini sbagliate e come correggerle.

Il telefono in bagno. Si è sempre tentati di aggiornarsi sulle news del giorno mentre si è in bagno, ma è un rischio igienico non indifferente. I telefoni cellulari, infatti, raccolgono più germi della tavoletta del water. Meglio leggere una rivista.

L’uso dei cotton fioc. Eliminare il cerume in eccesso può sembrare una sana abitudine. Spesso, invece, fa più male che bene. Infatti, il cerume viene spinto nel condotto uditivo. Questo potrebbe causare gravi danni al timpano, temporanei o addirittura permanenti.

Le unghie e il tagliaunghie. Lavarsi le mani è importantissimo. Spesso, però, le nostre unghie sono trascurate. Se sporche possono diffondere una serie di infezioni. Le unghie vanno tagliate spesso. Diversamente possono ospitare sporco e batteri e diffondere infezioni. Ricordarsi anche di disinfettare il tagliaunghie. Se non igienizzato, potrebbe trasmettere sporco e germi alle altre unghie dei piedi o delle mani.

Oltre a questi possiamo trovare

Lo spazzolino da denti. Ogni volta che si scarica l’acqua del wc, una nuvola invisibile di particelle microscopiche si fa strada nell’ambiente. Meglio tenere lo spazzolino distante dallo scarico. Ideale è tenerlo in posizione verticale perché si asciughi completamente.

Lo spazzolamento dei denti. Sappiamo bene che è consigliato lavarsi i denti per 2 minuti 2 volte al giorno. Eppure, il 50% degli adulti trascura di lavare bene un quarto dei denti dedicandoci solo 45 secondi. La conseguenza è un accumulo di placca, carie e malattie gengivali.

Lavare i capelli. Il cuoio capelluto produce oli naturali che rendono i capelli sani e lucenti. Lo shampoo serve a liberare i capelli dallo sporco e dall’olio in eccesso. Quindi, insaponare troppo spesso i capelli, secca il cuoio capelluto e rende i capelli meno lucenti. É consigliabile invece lavare i capelli 2 volte a settimana.

Il telecomando del televisore. Nelle nostre mani ogni giorno, il telecomando è pieno di germi e virus. Tutta la famiglia tocca il telecomando, gli amici e persino il cane, se ne abbiamo uno. Meglio iniziare a pulirlo.

Gli asciugamani. Un telo doccia può ospitare batteri e muffe dopo solo pochi giorni di utilizzo. Il consiglio è di cambiare asciugamano ogni 2 giorni, anche quello per le mani.

Incredibile quanto alcune nostre azioni di igiene quotidiana siano in realtà causa di infezioni batteriche e come rimediare. È importante prestare attenzione, anche nel rispetto di chi vive intorno a noi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te