blank

Incredibile quanti errori si commettono inconsciamente nell’educazione del cane

L’iperattività di un cane è spesso il frutto del suo carattere vivace e testardo. Molto spesso, tuttavia, atteggiamenti particolari del cane sono invece la conseguenza d’insegnamenti errati, che il padrone trasmette al cane inconsapevolmente. È incredibile quanti errori si commettono inconsciamente nell’educazione del cane e ProiezionidiBorsa intende gettare un cono di luce su alcuni dei più frequenti.

Rimproverarlo utilizzando il nome

Quando il cane compie un comportamento sbagliato, il primo istinto è quello di rimproverarlo, enfatizzando il suo nome. Viene del tutto spontaneo farlo, perché questa è un’abitudine ricorrente anche nei rapporti fra gli umani.

Tuttavia, quando l’atteggiamento del cane è poco consono, è preferibile impartire comandi netti come un chiaro e secco “no”. Il cane comprenderà con più semplicità l’errore e la prossima volta la tentazione di ricommetterlo sarà minore.

Lasciar fare al cane ciò che vuole

Un altro errore frequente è quello di lasciar passare capricci del cane, portandolo a scegliere come meglio crede. Quando il cane desidera qualcosa, tende o ad abbaiare oppure a lamentarsi. È sbagliato cedere ai capricci del cane, meglio piuttosto ignorarlo o farlo prima tranquillizzare con il comando “seduto”. Solo quando il cane avrà compreso che non è il capriccio a far guadagnare l’azione, è possibile giocare con lui o dargli ciò che vuole.

Lasciare che il cane conduca la passeggiata

Incredibile quanti errori si commettono inconsciamente nell’educazione del cane e uno è davvero frequente. Capita di osservare padroni che portano a spasso il loro cane e lo lasciano guidare completamente la camminata.

È possibile riconoscerli perché il guinzaglio è completamente teso e il cane cammina metri prima del padrone. Meglio abituare il cane a non farlo. Come? Basta tenere il guinzaglio con due mani, per accorciarne la lunghezza.

Una sarà normalmente all’estremità inferiore, l’altra a circa metà del guinzaglio, molto vicina alla testa del cane. In questo modo, è possibile tenere il passo del cane sotto controllo e abituarlo alla propria andatura. Non è carino dover assistere a cani vivaci e guinzagli che stringono troppo la gola.

Ogni via di fuga è perfetta per scappare

Un altro errore frequente è quello di non abituare il cane a rimanere in casa anche quando le porte di casa sono del tutto aperte. Così, infatti, il rischio è quello di smarrire il cane, durante un momento di disattenzione.

Bisogna, invece, abituare il cane a uscire solo al comando del padrone. Per farlo consigliamo un addestramento a piccoli gradi. Bisogna cominciare da una stanza, con la porta chiusa. Il padrone aprirà la stanza e bloccherà con un comando secco l’uscita del cane.

Solo quando il cane avrà il via libera potrà varcare la porta aperta. Consigliamo di ripetere l’operazione in spazi man mano più grandi.

Esercitare violenza se il cane abbaia eccessivamente

Quando un cane è particolarmente rumoroso e abbaia, è possibile che lo faccia per attirare l’attenzione. In questo caso, è sbagliato esercitare violenza di ogni genere. Il comportamento migliore è quello di distogliere l’attenzione dal cane.

Consigliamo di evitare il contatto visivo e guardare possibilmente verso l’alto. Il cane cesserà d’abbaiare nel giro di qualche minuto.

È incredibile quanti errori si commettono inconsciamente nell’educazione del cane e quanti di questi è possibile evitare con poco. Per approfondimenti, consigliamo la lettura di quest’articolo che spiega come la posizione che il cane assume sia un importante veicolo di comunicazione con il padrone.

Consigliati per te