Incredibile ma questo piccolo animale paffuto e morbido sta già conquistando il cuore di molti

Quando si pensa agli animali domestici la mente corre subito al cane e al gatto. Eppure, non sono gli unici animali presenti nelle nostre case. Infatti, anche se la maggior parte delle persone predilige i classici quattro zampe in molti optano per animaletti di diverso tipo. Oltre a questo adorabile cane da tartufo, ottimo compagno di giochi per i bambini, tra le mura domestiche possiamo trovare dei simpatici roditori. Infatti è incredibile ma questo piccolo animale paffuto e morbido sta già conquistando il cuore di molti.

I criceti sono dei piccoli mammiferi molto apprezzati per le loro dimensioni ridotte e il corpo tondeggiante. Il termine “criceto” indica indistintamente diverse specie con provenienza e caratteristiche distinte.
All’inizio degli anni 2000 l’anime giapponese “Hamtaro” aveva spinto moltissime persone a scegliere, con leggerezza, questo animale.

Infatti, nonostante il musetto simpatico i criceti hanno un carattere molto solitario, indipendente e a tratti aggressivo che non va sottovalutato.

Per questo motivo prima di acquistare un criceto sarà bene conoscere le sue abitudini per non farsi trovare impreparati.

Nel presente articolo si andrà alla scoperta di tre diverse specie di criceto: il criceto dorato, il criceto di Roborovsky e il criceto di Campbell.

Incredibile ma questo piccolo animale paffuto e morbido sta già conquistando il cuore di molti

Il criceto dorato è originario delle zone desertiche dell’Asia Minore ed è il più grande tra i criceti da compagnia.

Può raggiungere tranquillamente i 15 centimetri di lunghezza. Solitamente passa il giorno a dormire mentre si attiva durante la notte. Tra i criceti è quello che maggiormente si adatta alle manipolazioni, soprattutto se abituato sin da piccolo.

Tuttavia, bisognerà evitare di lasciare soli i bambini: anche con i criceti più socievoli basta un movimento brusco per scatenare la reazione dell’animale. La morsicatura è sempre dietro l’angolo.

Inoltre, per evitare problemi non bisognerebbe mai allevare due criceti adulti nella stessa gabbia.

Criceto di Roborovsky

Sembra uscito da un romanzo di Tolstoj il nome di questa specie di criceto. Il criceto di Roborovsky è, infatti, originario della Russia meridionale. Una tra le varietà più piccole, lungo circa  5 centimetri con corpo tozzo e mantello molto folto. Caratterialmente questo criceto è molto timido e riservato, non ama essere preso in mano.

Anche se abituato fin da piccolo continuerà a mal sopportare le manipolazioni. Tuttavia, è molto più socievole con gli altri criceti rispetto a quello dorato. Meglio comunque evitare la convivenza tra due maschi adulti.

Criceto di Campbell

Da ultimo si tratterà del criceto di Campbell, di dimensioni intermedie rispetto agli altri due. Come gli altri ha un corpo tozzo ed è ricoperto da una folta pelliccia.

Come il Roborovsky potrà essere abituato sin da piccolo alla convivenza con altri esemplari. Si adatta bene ad essere preso in mano ma dovrà essere trattato con estrema delicatezza.

Come per tutti i criceti, purtroppo, l’aspettativa di vita è molto breve e non va oltre i tre o quattro anni.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te