Incredibile ma il mal di schiena può essere l’anticamera di questo temibile tumore

Tra le prime cause di morte in Italia rientrano le malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, mentre al secondo posto rientrano i tumori. Questi ultimi sono tra i mali che più spaventano, nonostante gli enormi passi avanti della ricerca e l’aumento dell’aspettativa di vita per molte tipologie. Pertanto agire subito e in tempo diventa fondamentale.

Soprattutto nei casi in cui i sintomi si manifestano quando la malattia sta avanzando, consultare immediatamente il medico può aumentare l’aspettativa di vita. A volte i sintomi possono confondere o esseri presi sottogamba ed è incredibile ma il mal di schiena può essere l’anticamera di questo temibile tumore. Così come per le malattie cardiovascolari, ci sono 3 sintomi confondibili che a 50 anni indicano che il cuore è sotto sforzo.

Sintomi come la sudorazione notturna e la stanchezza, temi affrontati in un precedente articolo, possono indicare la leucemia. Ovvero un tumore del sangue che colpisce di solito i globuli bianchi. Questi ultimi fungono da protettori di infezioni e si moltiplicano quando ne abbiamo bisogno.

Incredibile ma il mal di schiena può essere l’anticamera di questo temibile tumore

Poiché le cellule della leucemia si spostano nell’organismo, in base a dove queste si localizzano, si manifestano i sintomi. Questi molto spesso sono comuni e non è detto che si tratti di leucemia, ma è importante parlarne al medico per tutti gli accertamenti necessari. C’è però un sintomo che potrebbe essere realmente trascurato perché singolare. Ovvero il mal di schiena localizzato sui lombi, insomma una comunissima lombalgia. Proprio per questo è facile pensare ad un colpo di freddo o ad una protrusione.

Ciò che invece deve far suonare il campanello d’allarme è la contemporanea presenza di stanchezza anche in periodi di riposo o la sudorazione notturna. Tale evidenza è riportata in uno studio clinico di New Delhi  su pazienti adulti con una lombalgia quale manifestazione iniziale di leucemia linfoblastica acuta. Sicuramente nella maggior parte dei casi sarà una banale infiammazione, ma se si ha il minimo dubbio, una telefonata al medico allunga veramente la vita.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te