Incentivo “Io Lavoro” fino a 8.060 euro annui, requisiti e domanda

Al via lo sgravio contributivo con incentivo “Io Lavoro” fino a un massimo di 8.060 euro annui. La comunicazione arriva dall’INPS che lo rende operativo a tutti gli effetti. Lo sgravio è destinato ai datori di lavori e imprenditori che assumono, nell’anno 2020, lavoratori a tempo indeterminato dai 16 anni in su.

L’incentivo è entrato in vigore con il decreto legge n. 52/2020 istituito dall’ANPAL.

Incentivo “Io Lavoro” fino a 8.060 annui: ecco come funziona lo sgravio

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 124 del 26 ottobre 2020 con tutte le istruzioni operative per accedere all’incentivo “Io lavoro”.

Parliamo allora di questo nuovo incentivo “Io Lavoro” fino a 8.060 euro annui, requisiti e domanda. I beneficiari che possono farne richiesta sono i datori di lavoro privati e gli imprenditori su tutto il territorio nazionale, per le assunzioni, effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. È esclusa, invece, dall’incentivo la provincia autonoma di Bolzano.

Il personale assunto o da assumere deve avere le seguenti caratteristiche:

a)   giovani disoccupati di età fra i 16 e i 24 anni;

b) lavoratori disoccupati da almeno sei mesi, dai 25 anni in su.

L’assunzione deve, inoltre, riguardare lavoratori:

a) disoccupati da almeno sei mesi e che non abbiano avuto nel frattempo un rapporto di lavoro con lo stesso datore di lavoro (è esclusa la stabilizzazione del contratto del contratto a termine in indeterminato);

b) disoccupati, dai 25 anni in su, che hanno presentato la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID).

Sgravi contributivi solo per alcuni assunzioni

Incentivo “Io Lavoro” fino a 8.060 euro annui, requisiti e domanda. Andiamo per gradi. Prima di tutto spetta solo per le seguenti assunzioni:

a)   tempo indeterminato;

b) contratto di apprendistato professionalizzante;

c)   trasformazione del contratto a termine in corso in tempo indeterminato.

Sono esclusi dall’incentivo, i contratti per lavoratori occasionali, domestici e  i contratti di apprendistato per diploma e qualifica, nonché per alta formazione e ricerca.

Importo dell’incentivo

L’incentivo è commisurato per un valore pari dei contributi dovuti all’INPS, per dodici mesi dall’assunzione, fino a un valore massimo di 8.060 euro per ogni lavoratore assunto. Sono esclusi dall’importo i premi INAIL.

Per le assunzioni a tempo indeterminato part-time, invece, l’incentivo di 8.060 euro annui è proporzionalmente ridotto.

Inoltre, l’incentivo deve comportare un incremento dell’occupazione netta complessiva.

Per fruire dell’incentivo “Io Lavoro” fino a 8.060 euro annui, bisogna presentare una doppia domanda: prenotazione e conferma.

È possibile consultare qui la circolare INPS con tutte le istruzioni.  Per ulteriori approfondimenti su un bonus di 671,66 euro dall’INPS a queste condizioni può essere utile consultare l‘articolo di riferimento.

Consigliati per te