In una Piazza Affari balbettante un titolo che tutti vediamo almeno 1 volta al giorno ha messo il turbo

In Borsa oggi erano tutti in attesa di ascoltare le parole del nuovo oracolo: Jerome Powell. Tutti col fiato sospeso in attesa del suo verdetto. La Borsa di Milano si è adeguata. Ma se i prezzi dell’indice non si sono quasi mossi, alcuni titoli hanno avuto delle belle performance. In particolare un’azione. In una Piazza Affari balbettante un titolo che tutti vediamo almeno 1 volta al giorno ha messo il turbo.

La reazione delle Borse alle decisioni della FED

Le Borse guardano a Wall Street. Wall Street guarda al presidente Biden e al suo piano fiscale da 2.000 miliardi di dollari per rilanciare l’economia USA. Ma tutti finiscono per guardare alla FED. La Federale Reserve, la Banca Centrale americana, deve decidere sul livello dei tassi.

Gli analisti non si attendono novità sostanziali, quasi sicuramente l’attuale livello verrà confermato. Ma ugualmente rimangono in attesa di sentire cosa dirà il suo presidente, per capire che aria sta tirando sul mercato monetario. Gli operatori vogliono capire quanto sia lontano (o vicino), un eventuale rialzo dei tassi, temutissimo.

In attesa di questo evento, le Borse europee sono praticamente ferme da inizio settimana e la Borsa di Milano lo è ancora di più. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) oggi ha concluso la seduta con una variazione di prezzo dello 0,06%, a 24.459 punti. Quasi lo stesso livello di ieri.

Hanno fatto meglio le altre Piazze europee. La Borsa tedesca ha guadagnato lo 0,3%, esattamente la stessa performance di Londra. A Parigi il listino è salito dello 0,5%, esattamente come a Madrid.

Un settore europeo è entrato nel mirino degli investitori

Abbiamo scritto sopra che le Borse sono rimaste quasi immobili perché gli operatori attendevano il verbo di Jerome Powell. Ma in realtà sono ferme perché agli investitori istituzionali mancano i motivi per investire sul mercato azionario europeo. Finché le azioni americane continueranno a macinare rialzi, difficilmente gli investimenti si sposteranno in Europa in modo massiccio.

Anche se un certo riposizionamento si inizia a intravedere, specialmente sul settore bancario. L’indice europeo del settore degli istituti di credito (Stoxx Banks), da ottobre a oggi ha guadagnato oltre il 35%. Lo stesso non si può dire dell’indice del comparto bancario di Piazza Affari.

Ma da un paio di giorni i titoli azionari bancari sono in grande spolvero anche in Italia. Oggi Banco BPM ha guadagnato il 2,7%, BPER Banca il 2,2%, Unicredit l’1,3%. Tutti guadagni in linea con lo Stoxx Banks, salito oggi del 2%.

Ma il vero botto a Milano oggi l’ha fatto un’azione appartenente al settore dei media. In una Piazza Affari balbettante un titolo che tutti vediamo almeno 1 volta al giorno ha messo il turbo: Mediaset. Per una volta l’azione ha raggiunto un picco d’audience tra gli investitori ed è salita di oltre l’8%.

Approfondimento
Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te