In una Borsa incerta c’è un titolo in pole position pronto a scattare in alto

Nella giornata odierna di Piazza Affari, peseranno le incertezze delle Borse europee e la situazione politica interna. Ma se il listino milanese mostra segni di affaticamento, in una Borsa incerta c’è un titolo in pole position pronto a scattare in alto.

L’analisi dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa fa un focus su questo titolo e analizza gli scenari possibili del mercato azionario italiano.

Sulla Borsa di Milano oggi peserà il contesto esterno ma anche la situazione politica interna

Arrivano segnali di affaticamento da parte della Borsa italiana. La seduta di ieri ha mandato qualche segnale preoccupante, che tuttavia potrebbe essere passeggero ed essere assorbito velocemente.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

D’altronde è tutto il contesto europeo che fa fatica da qualche seduta. Il Dax è sui massimi storici ma non riesce a mettersi alle spalle quota 14mila punti. Londra continua a fare fatica, alle prese con le difficoltà del nuovo status di Paese fuori dall’UE. Ma anche con il diffondersi della pandemia, che nonostante il ritmo record delle vaccinazioni, nel Regno Unito non rallenta.

I livelli da monitorare nella seduta di oggi

In questo contesto la Borsa di Milano ieri ha realizzato una seduta incerta. I prezzi si sono mossi in laterale, nell’attesa di spunti che potessero mettere benzina per una nuova gamba rialzista.

Quello che preoccupa un poco è l’andamento delle ultime due ore della giornata di ieri. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), per qualche minuto ha sfondato il supporto dei 23.250 punti, per poi chiudere a 23.263 punti.

Oggi, se questo supporto reggesse, i prezzi potrebbero tornare a salire verso i 23.400 punti. Ma se dovesse essere violato nuovamente, ci sarebbe il rischio concreto di una discesa a 23.000 punti. E sotto i 23mila si scenderebbe a 22.800 punti.

In una Borsa incerta c’è un titolo in pole position pronto a scattare in alto

In una Borsa debole i bancari ieri si sono messi in mostra. Nello specifico il titolo Mediobanca, che alla fine della seduta ha guadagnato il 3%, chiudendo 8,8 euro. Ma a metà seduta il titolo guadagnava il 4,5%.

Il rialzo di ieri arriva dopo alcune sedute in forte ascesa. Da alcuni giorni i prezzi stanno letteralmente volando.  La soglia dei 9 euro è cruciale. Se violata spingerebbe Mediobanca verso il primo target di 10 euro. Che, tra l’altro, rappresenta il massimo del 2020. Quota toccata prima che l’arrivo della pandemia facesse crollare le quotazioni.

Se il titolo dovesse tornare a scendere, occorre attenzionare la soglia di 8,2 euro. Sotto questo livello i prezzi scenderebbero a 7,7 euro. Ma potrebbero non fermarsi e proseguire a scendere fino in area 7,0/7,2 euro.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te