In una Borsa alla prova del 9 un titolo è pronto a mettere il turbo

Nell’ultima seduta della settimana scorsa, è partita la rimonta della Borsa italiana. In Piazza Affari sono tornati gli acquisti. In particolare è piovuta una pioggia di denaro su un’azione.

Questa settimana sarà cruciale per il nostro mercato azionario. E oggi, in una Borsa alla prova del 9 un titolo è pronto a mettere il turbo. Vediamo di quale titolo si tratta, nell’analisi degli Esperti di ProiezionidiBorsa.

Si apre una settimana cruciale per la Borsa di Milano

Dopo 4 sedute al ribasso, il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso l’ultima seduta d’ottava in rialzo dello 0,9%. Ma soprattutto ha chiuso sopra la soglia dei 23.000 punti, che è un po’ considerata uno spartiacque dagli analisti.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Per capire se sarà vera gloria, cioè, per avere sicurezza che sia l’inizio della riscossa dopo una breve correzione, occorre monitorare questi livelli. Al rialzo i prezzi hanno come primo ostacolo la resistenza dei 23.250 punti. Questo livello in passato ha già rappresentato prima una resistenza e poi un supporto. Superare questa soglia per l’indice Ftse significherà potere tornare sui massimi dell’anno a 24.000 punti. Per poi finalmente dare la scalata ai 25.000 punti.

Al ribasso occorre tenere in considerazione il supporto in area 22.900 punti.  Su questa soglia la scorsa settimana sono rimbalzati i prezzi in discesa. Sotto 22.900 punti, si apre un buco fino a 22.400 punti. Un calo del Ftse Mib sotto i 22.900 punti decreterebbe la fine della fase rialzista di breve periodo in atto.

In una Borsa alla prova del 9 un titolo è pronto a mettere il turbo

La scorsa settimana alcuni titoli si sono messi in evidenza. Tra questi Leonardo merita un’attenzione particolare. Il titolo nell’ultima seduta d’ottava ha realizzato una performance del 10%. Un guadagno che è atipico per un titolo azionario se fatto in una sola giornata. Ma che lo è doppiamente per un’azione a larga capitalizzazione, come Leonardo.

Il volo è stato favorito dall’indiscrezione che la società potrebbe quotare alla Borsa di New York la controllata DRS. Vero o falso che sia, i prezzi sono schizzati in alto. È stato solo la follia di un momento oppure la corsa può continuare?

I livelli da monitorare per il titolo

Nell’ultima seduta il titolo ha chiuso a 6,6 euro. In area 6,6/6,7 euro passa una resistenza che impedisce ai prezzi di salire da giugno dello scorso anno. Una chiusura sopra 6,7 euro permetterà a Leonardo di arrivare fino a quota 7 euro. Una chiusura oltre 7 euro aprirà un’autostrada verso 8,3 euro e poi verso i 12 euro, massimo di febbraio dello scorso anno.

Ma occorre anche fare attenzione ad eventuali cali dei prezzi. A 6,3 euro c’è un supporto. Sotto questo livello i prezzi potrebbero scendere fino a 5,9/6,0 euro. Se si si verificasse questa ipotesi, l’attacco ai 7 euro sarebbe rimandato.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te