In questo modo si può sviluppare al massimo l’intelligenza

L’intelligenza è una dote molto ricercata al giorno d’oggi. Molti genitori sono preoccupati per lo sviluppo di questa dote nei loro figli. Alcuni parlano di ritardo mentale, di deficit, di difficoltà varie o di disturbi specifici dell’apprendimento.

Bisogna fare un po’ di chiarezza. L’intelligenza è una capacità dell’essere umano che permette di arrivare alla soluzione di un problema. Si misura di solito con la WAIS (Wechsler Adult Intelligence Scale). Questo test comprende diversi compiti verbali e di performance. I primi si servono del linguaggio, i secondi no.

Il punteggio medio della popolazione a tale compito è 100. Si parla di ritardo mentale quando il punteggio stesso è inferiore a 75. Può essere lieve, moderato o grave.

I disturbi dell’apprendimento, invece, non riguardano il costrutto dell’intelligenza. Essi sono normati dal MIUR.

In questo modo che vedremo si può sviluppare al massimo l’intelligenza.

Intelligenza fluida e cristallizzata

Esistono vari tipi di intelligenze. Quella “classica” che consiste nel comprendere dei testi scritti e riassumerli. Quella matematica, musicale, pratica, astratta. La cosiddetta intelligenza emotiva, ancora, consiste nel riconoscere e descrivere le emozioni in maniera adeguata.

La più grande distinzione, tuttavia, va operata tra intelligenza fluida e cristallizzata. La prima riguarda l’elasticità mentale. La seconda, invece, comprende tutte le conoscenze acquisite.

Con l’età l’intelligenza fluida decresce in maniera vertiginosa. In compenso, però, quella cristallizzata si fortifica. Il Q.I. rimane più o meno invariato.

Il compito di ognuno di noi è tenere viva la propria mente.

In questo modo che vedremo si può sviluppare al massimo l’intelligenza.

Il disimpegno

La scienza ha dimostrato che l’ozio totale può essere benefico. Esso, infatti, lascia la mente libera di vagare, di considerare tante idee e tante soluzioni. Il disimpegno può aiutare moltissimo la propria creatività. Si consiglia, però, di farlo con modo e forma. Ad esempio, ci si può sedere e sciogliere le briglie dell’immaginazione per poi tirare le somme su un foglio.

Allenare la memoria

Si può pensare di imparare canzoni e poesie. Proprio come si faceva alle elementari. In tal modo si potenzia la memoria. Si possono ricordare numeri, formule, copioni teatrali, testi di canzoni. Così si può testare e migliorare la propria intelligenza. Magari scoprendo le strategie d’apprendimento migliori.

Imparare una nuova lingua

Studiare una nuova lingua ha dei riflessi eccezionali sull’intelligenza. Si riesce a creare un pensiero più flessibile. I codici che si possono utilizzare sono molteplici e le connessioni neurali si rafforzano. Il cervello stesso avrà dei benefici impressionanti.

Allenare questi aspetti è il modo migliore per sviluppare al massimo l’intelligenza.

Consigliati per te