In questo modo gli errori ci faranno crescere e diventare persone migliori

Sbagliare è umano. Ognuno di noi deve accettarlo. Ne va della nostra salute. Il modo di interpretare un errore è fondamentale.

Solo in questo modo che vedremo, però, gli errori ci faranno crescere e diventare persone migliori.

Gli errori fanno parte della vita

È proprio vero. Gli errori fanno parte della vita. Accade a tutti di sbagliare, si tratta di qualcosa di comune, insormontabile, ineluttabile. Anche quando si parla, quando ci si allena a casa. Negare la fallacia dell’essere umano equivale a negare una intera parte della realtà.

Certo, non è bello cadere in errore.

Le reazioni più comuni

Le reazioni più comuni agli errori sono ansia, depressione, cordoglio, vergogna, imbarazzo, delusione. Saper riconoscere e descrivere le emozioni può aiutare nell’elaborazione delle stesse. Soprattutto nella società odierna, però, il successo è al primo posto. Nessuno può permettersi di dimostrarsi fallace. Chi si ferma è perduto. Ma non è così. L’immagine dell’uomo infallibile e perfetto esiste solo nella nostra immaginazione. Quando si fanno i conti con la realtà tale fantasia collassa come un castello di sabbia.

In questo modo gli errori ci faranno crescere e diventare persone migliori

Cosa bisogna fare allora? È necessario sbagliare? Esatto. L’unico modo per liberarsi dalle ansie e dalle preoccupazioni relativi ad una surreale perfezione è accettare la propria fallibilità. Qualcuno diceva che sbagliando si impara. Ed è proprio così. Non esponendosi ai rischi dell’errore, ci si sottrae alla vita stessa. Non si vive in maniera autentica.

Tentativi, non errori

Dopo aver accettato tale verità (più facile a dirsi che a farsi), bisogna reinterpretare ogni errore in maniera positiva. In primo luogo si tratta di una prova, di una scelta che abbiamo fatto. Prendersi la responsabilità delle proprie azioni è fondamentale.

Un semplice cambio di termini, inoltre, può dar vita ad una vera e propria ristrutturazione cognitiva. Si può parlare di tentativi, non di errori. Non esiste il fallimento, ma solo un mettersi alla prova, una sorta di allenamento.

Pensandola in questo modo, diventeremo delle persone migliori.

Consigliati per te