In pochissimi conoscono questo lungo e antichissimo sentiero che attraversa tre Stati europei e percorre l’Italia

In pochissimi conoscono e apprezzano la bellezza del viaggiare lento (slow travel), che permette di rallentare i ritmi e godersi il momento. Tornato di moda negli ultimi anni, questo modo di viaggiare è senza dubbio il più economico e il più a contatto con l’ambiente circostante.

Impegnati tutto il giorno in lunghe camminate, si impara a guardare il Mondo ad un ritmo diverso, riscoprendo una bellezza antica. Ci connettiamo a chi, quando non esistevano mezzi a motore, percorreva con molta forza di volontà tutta Europa per arrivare a Roma

Erano i pellegrini, partiti da ogni angolo d’Europa per andare a visitare la Città Eterna. Uno di questi, l’abate Alberto da Stade, nel 1236 partì dalla sua città a nord della Germania, e si incamminò verso Roma. L’abate Alberto tenne un diario in cui descrisse tutto il suo viaggio. Questa è la Via Romea Germanica.

Scopriamo questo lungo e antichissimo sentiero che attraversa tre Stati europei e percorre l’Italia che in pochissimi conoscono

Questa Via parte da Stade, in Bassa Sassonia, a nord della Germania. Attraversa Germania, Austria, Italia ed arriva a Roma dopo 1931 km. In Italia inizia dal passo del Brennero e attraversa tutto il Trentino-Alto Adige fino a Trento e poi Borgo Valsugana.

Taglia il Veneto dai monti di Bassano del Grappa giù fino alla pianura tra Rovigo e Ferrara. Una volta entrati in Romagna, prende una deviazione per le Valli di Comacchio, sul mare e di seguito la bellissima Ravenna. Si prosegue fino a Forlì e poi si inizia a salire gli Appennini, scendendo verso Arezzo.

Da Arezzo ad Orvieto e poi giù fino a Viterbo, passando per il borgo di Civita di Bagnoregio. Dopo aver fatto tappa in qualche borgo laziale, come Vetralla e Sutri, e dopo aver attraversato la campagna laziale, si arriva finalmente a Roma.

Lungo il percorso

In pochissimi conoscono questo lungo e antichissimo sentiero che attraversa tre Stati europei e percorre l’Italia. Ma chi lo conosce sa che durante questo viaggio può fidarsi delle taverne e delle accoglienze che trova lungo il cammino.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te