In Italia se non hai nulla di intestato sei più ricco di tanti, almeno ti danno il reddito di cittadinanza

In Italia se non hai nulla di intestato sei più ricco di tanti, almeno ti danno il reddito di cittadinanza. Vi sembra strano quanto appena affermato? Beh, sappiate che non è lo è per niente. In Italia ogni anno vengono scovati dalla Guardia di Finanza parecchi nullatenenti che invece, ovviamente, sono pieni di soldi. A volte perché sono imprenditori che hanno intestato tutto ad altri per non dover rispondere in prima persona di eventuali problemi societari. A volte perché sono veri e propri delinquenti che non vogliono apparire. Per ovvi e loschi motivi, chiaramente.

Però i numeri non tornano. Non tornano a chi come noi ci lavora quotidianamente, qui all’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa. Sapete quante sono le persone che non pagano le tasse perché dichiarano di non avere abbastanza per vivere? Sono ben 13 milioni. Avete letto bene. 13 milioni di persone non pagano le tasse. In un modo o nell’altro. E se le statistiche dicono che ci sono poco meno di 5 milioni di indigenti reali nel Paese, gli altri 8 non lo sono. E tra gli altri 8 parecchi, statene certi, mentono. Volete la riprova? E’ presto fatta. Basta guardare la differenza tra quanto guadagnano (dicono di guadagnare) e quanto spendono i cittadini del Bel Paese. Gli italiani guadagnano 100, ma spendono 114.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Quindi saremmo tutti indebitati? Certo che no, perché sappiamo benissimo che non è così. E poi abbiamo un patrimonio privato tra i più alti del mondo. Che mal si accoppia col fatto di avere 13 milioni di poveracci. Anche perché tra case e liquidità parliamo di più di 10.000 miliardi. Cioè 10 trilioni di euro. 6 volte il PIL.

In Italia se non hai nulla di intestato sei più ricco di tanti, almeno ti danno il reddito di cittadinanza

Le statistiche ufficiali della nazione parlano di una povertà assoluta da quarto mondo, nemmeno terzo. Ed invece basta guardarsi intorno. Vedete la miseria intorno a voi? Anche se vivete in zone disagiate del Sud Italia, non c’è niente che ricordi la periferia delle città africane, sudamericane o asiatiche. E tutti noi conosciamo uno o più pensionati che per anni non hanno versato i dovuti contributi. Ed oggi conducono una vita da svizzeri, non da ugandesi. Con rispetto di entrambi, ovviamente. E’ perciò evidente che in Italia ci siano troppi finti poveri. Che andrebbero smascherati il più velocemente possibile. E che invece vengono palesemente ignorati da ogni governo.

Una beffa tutta italiana

A tutto questo si aggiunge la beffa del reddito di cittadinanza. La manovra populista voluta dal M5S è stata la ciliegina sulla torta di quanto in Italia si sprechino soldi. Nata come voto di scambio elettorale (votami e ti mantengo), ha raggiunto il suo scopo. Per fortuna meno del previsto. Perché hanno ricevuto l’assegno di mantenimento per non far niente circa la metà di quanti previsti. Con molti che non ne avevano diritto e che avevano fatto comunque domanda che sono stati scoperti prima. E con molti che si pensava che l’avrebbero chiesta che non l’hanno fatta. In ogni caso il reddito di cittadinanza è oggi percepito da 933mila famiglie. Per un totale di 2 milioni e 419mila persone. Ed una media di mantenimento per stare sul divano di 496 euro al mese.

Quanti sono i finti poveri che percepiscono il reddito di cittadinanza? Per incredibile che sia, non ci sono statistiche ufficiali. Roba da quarto mondo, appunto. Ma è vero che è difficile trovarli. Perché l’alterazione dei dati forniti all’INPS può essere tale che debbano essere controllati uno ad uno. E sono tanti, come visto. In ogni caso una cosa è chiara. In Italia se non hai nulla di intestato sei più ricco di tanti, almeno ti danno il reddito di cittadinanza. E fai finta di cercare un lavoro mentre lavori, ovviamente, in nero. O prendi dei soldi per fare il prestanome.

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.