In Borsa siamo alle soglie di un’esplosione di volatilità?

Oggi le Borse europee sono rimaste quasi tutte ferme al palo. Sono state frenate dalla diffusione dei contagi e dalle previsioni di crescita del PIL per il 2021 inferiore alle precedenti stime.

Da qualche seduta c’è come una calma piatta sui mercati. L’esperienza ci dice che dopo la calma piatta qualcosa poi accade in modo improvviso. Questa potrebbe essere la fase che precede la tempesta, rialzista o ribassista. In Borsa siamo alle soglie di un’esplosione di volatilità?

L’allargamento dei contagi sta continuando a pesare sui mercati azionari europei

Prosegue l’incertezza sui mercati azionari. Anche oggi le Borse si sono mosse poco. Quasi tutte hanno registrato performance vicine allo zero, a differenza della Borsa tedesca, che ha guadagnato lo 0,8%. Londra ha chiuso in rialzo dello 0,1%, Parigi ha chiuso in parità, Madrid ha ceduto lo 0,3%, Zurigo è salita dello 0,3%.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Sui mercati azionari europei pesa la diffusione dei contagi da Covid, che non accenna a scemare. In Germania è stato prolungato il blocco delle attività fino al 7 marzo. E questo crea incertezza sulla ripresa economica.

In Borsa siamo alle soglie di un’esplosione di volatilità?

Oggi sono stati diffusi i dati previsionali del PIL dell’Eurozona. Per quest’anno e per il prossimo, la crescita stimata è del 3,8%. Le attuali stime di crescita per quest’anno sono inferiori alle previsioni di novembre. Questo perché la seconda ondata di pandemia ha rallentato la ripresa.

Questi dati non sono piaciuti agli investitori, che tuttavia hanno reagito in modo composto. Non si sono precipitati a vendere, ma in questo momento non trovano neanche motivi per comprare.

Per dirla in altre parole, il sentiment sui mercati non è di ottimismo, ma neanche di pessimismo. Possiamo dire che è attendista. Si sta alla finestra e si aspettano gli eventi. Ecco perché da alcuni giorni le Borse si muovono poco. È come se si stesse aspettando l’occasione per scatenare gli acquisti o le vendite.

Su Piazza Affari pesa anche il fattore politico

Oggi si è mossa poco anche la Borsa italiana. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso a 23.307 punti, in rialzo dello 0,2%. Ma per capire quanto poco volatile sia stata la seduta di oggi basta guardare i massimi e i minimi dei prezzi. L’indice Ftse Mib si è mosso tra 23.254 punti e 23.369 punti.

A condizionare l’operatività degli investitori in Piazza Affari, oltre al contesto europeo descritto, si aggiungono le vicende politiche. Gli operatori oramai danno per scontato che un Governo Draghi nascerà. Ma prima di prendere decisioni operative, attendono di capire come nascerà e di conoscere la composizione ministeriale.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te