In arrivo una novità assoluta per i titolari di un conto corrente che presto pagheranno più commissioni per prelevare soldi dal bancomat

Per il prelevamento dei soldi dagli sportelli ATM si prospetta una novità assoluta, quella di prelevare contante nei negozi. L’idea non l’ha lanciata un negoziante o un’associazione di commercianti. Viene da Alessandro Zollo, amministratore delegato di Bancomat, società che gestisce in Italia gli sportelli ATM, quelli da cui si preleva il contante. Ma come nasce questa idea? E il cliente che preleva potrebbe avvantaggiarsene o ne avrebbe uno svantaggio?

Tutto nasce dalla proposta di abolire le commissioni interbancarie di prelievo caricando tutti i costi sull’utente finale. Ne abbiamo parlato in questo articolo. Se passasse questa iniziativa presto ogni prelievo avrà un costo se fatto dagli sportelli ATM di banche di cui non si è clienti. A portare avanti questa battaglia paradossalmente non sono le banche ma è l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Se non si troverà una soluzione a breve per prelevare dal bancomat di una banca che non è la nostra, si pagherà una commissione. Il bello è che fino al momento dell’operazione non si conoscerà quale commissione si dovrà pagare. Potrebbe essere 50 centesimi, ma anche 1 euro e mezzo. Per chi usa molto il bancomat alla fine dell’anno la somma delle commissioni potrebbe raggiungere cifre da capogiro.

In arrivo una novità assoluta per i titolari di un conto corrente che presto pagheranno più commissioni per prelevare soldi dal bancomat

Ad essere penalizzati più di tutti saranno i clienti delle piccole banche e di quelle online. Le prime perché hanno pochi sportelli, le seconde perché non ne hanno e si appoggiano ad altri circuiti bancari. I clienti delle banche online ogni volta che vorranno prelevare contanti, dovranno inevitabilmente pagare una commissione. Per queste banche e per quelle più piccole sarebbe un duro colpo. Infatti i clienti sarebbero propensi ad aprire nuovi conti presso grandi gruppi bancari ben diffusi sul territorio e con molti sportelli bancari.

Ma è in arrivo una novità assoluta per i titolari di un conto corrente che presto pagheranno più commissioni per prelevare soldi dal bancomat. Anche se non è detto che sia la soluzione ottimale. Alessandro Zollo in un’intervista ha lanciato una idea suggestiva, quella di permettere ai clienti di prelevare dai negozi. Secondo Zollo i POS oltre che per i pagamenti, potrebbero essere utilizzati anche per i prelevamenti. Se si ha bisogno di contante si entra in un negozio e con una strisciata sul POS si prelevano gli euro necessari. Il negoziante eroga il contante al cliente prelevandolo dalla cassa.

Questa soluzione eliminerebbe i costi di commissione per il prelievo?

Una soluzione simile si sta adottando in Gran Bretagna e non è priva di complicazioni. Infatti il negoziante dovrebbe avere una notevole scorta di contanti in cassa. Questo potrebbe creare disparità, ovvero potrebbe fare preferire gli esercizi commerciali più frequentati e quindi con più contante. Ma al di là delle difficoltà oggettive, per l’utente finale questa soluzione potrebbe essere utile solamente se non pagasse le commissioni di prelievo. Perché se ci fossero costi allora questa opzione non risolverebbe il problema delle commissioni di prelievo dagli sportelli ATM. Ma d’altronde è difficile immaginare negozianti che offrano un servizio di erogazioni contanti gratuitamente, senza, cioè, una remunerazione per l’operazione.

Consigliati per te