In arrivo multe salatissime fino a 666 euro con i super semafori T-red

Già attivi a Torino e Genova, i semafori T-red stanno creando panico e scompiglio tra gli automobilisti. Dotati di una particolare tecnologia, questi semafori sono semafori intelligenti e controllano che i veicoli rispettino il rosso.

Sono infatti in grado di rilevare in modo automatico e immediato chi commette le infrazioni e vengono solitamente posizionati in concomitanza di incroci pericolosi e strade ad elevato tasso di incidenti. Il loro utilizzo sarà presto esteso a tutto il territorio nazionale.

“HYCM”/
“HYCM”/

In arrivo multe salatissime fino a 666 euro con i super semafori T-red

I super semafori T-red non risparmiano nessuno, neanche i mezzi di primo soccorso come le ambulanze. A Torino pare infatti che la Croce Verde abbia ricevuto nell’arco di 24 ore ben 33 multe da 224 euro l’una.

Ed infatti le sanzioni amministrative per chi passa col rosso con i super semafori sono proprio salate! Si parte da un minimo di 42 euro a un massimo di 666 euro.

I super semafori sono inoltre in grado di rilevare se un veicolo non rispetta la linea di arresto. Le due sanzioni prevedono multe salatissime.

Se un veicolo viene beccato a passare col rosso al semaforo la multa da pagare sarà compresa tra i 167 e i 666 euro, con l’aggiunta della  decurtazione di sei punti della patente;

Se invece il super semaforo becca i veicoli a non rispettare la linea di arresto al semaforo la multa va da 42 a 173 euro, con decurtazione di due punti dalla patente.

In arrivo multe salatissime fino a 666 euro con i Super semafori T-red. Come funzionano?

I semafori sono dotati della tecnologia T-Red o Vista-Red e rilevano automaticamente le infrazioni degli automobilisti che passano col rosso.

Le registrazioni effettuate dai super semafori vengono in un secondo momento controllate dalla polizia municipale che verificano le circostanze dell’infrazione per determinare l’importo delle sanzioni amministrative.

Consigliati per te