In arrivo la comunicazione di allerta ad una platea specifica di contribuenti

L’Agenzia delle Entrate ha pronta la lettera per la compliance per la dichiarazione annuale IVA 2021 relativa all’anno d’imposta 2020. Perciò ci sarà a giorni in arrivo la comunicazione di allerta ad una platea specifica di contribuenti. Quest’ultimi dovranno verificare con attenzione la propria posizione e nel caso in cui qualcosa non quadrasse potranno ricorrere al ravvedimento operoso per mettersi in regola.

L’Amministrazione finanziaria invierà questa missiva sulla base dei dati delle fatture elettroniche, dell’esterometro e dei corrispettivi telematici. Purtroppo capita che i contribuenti non presentino la dichiarazione, oppure l’abbiano inoltrata senza compilare il quadro delle operazioni attive.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

L’Agenzia delle Entrate interagisce con le Forze dell’Ordine

L’Agenzia delle Entrate invia la lettera non solo ai contribuenti ma anche alle forze dell’ordine nello specifico la Guardia di Finanza che si occupa prevalentemente di reati tributari. Perciò quanto rilevano qualcosa di anomalo nella dichiarazione dei contribuenti anche la Guardia di Finanza ne è a conoscenza.

Dove viene spedita la lettera

L’AdE invia la lettera per la compliance per la dichiarazione annuale IVA 2021 esclusivamente al domicilio digitale dei contribuenti. Quest’ultimi accedendo al proprio cassetto fiscale possono consultare la lettera.

Da questo momento i contribuenti possono chiedere informazioni più dettagliate avvalendosi anche degli intermediari abilitati incaricati della trasmissione delle dichiarazioni. Non c’è nessun rischio di sbagliare la procedura perché all’interno della lettera sono specificate le modalità.

I tempi per regolarizzare le violazioni

Il contribuente ha tempo fino al 29 luglio 2021 per regolarizzare le violazioni per la mancata presentazione della dichiarazione IVA 2021. In questo caso ottiene una riduzione della sanzione ad un decimo del minimo.

Discorso diverso, invece, nel caso in cui manca la compilazione del quadro VE, cioè quello delle operazioni attive. In questo caso la posizione può essere sanata fino alla scadenza dei termini per l’accertamento del periodo d’imposta. La sanzione varia in funzione del tempo trascorso tra la violazione e la regolarizzazione.

In arrivo la comunicazione di allerta ad una platea specifica di contribuenti

Dunque chi conosce già la propria posizione traballante con il Fisco deve sapere che a giorni la comunicazione per la compliance per la dichiarazione annuale IVA 2021 giungerà a destinazione.

Consigliati per te