In arrivo assegno disoccupazione per autonomi e novità NASPI con aumento dell’importo mensile

Il Governo è allo studio sulla riforma degli ammortizzatori sociali per tutelare i lavoratori che perdono il lavoro. La riforma prevede la copertura di circa 4 milioni di lavoratori senza esclusione di nessuno. Il provvedimento sarà pronto tra qualche settimana e conterrà anche una riformulazione dell’assegno NASPI. A breve, quindi, in arrivo assegno disoccupazione per autonomi e novità NASPI con aumento dell’importo mensile. Una riforma attesa da tempo che equipara i lavoratori. Analizziamo le proposte.

In arrivo assegno disoccupazione per autonomi e novità NASPI con aumento dell’importo mensile

Il Governo è allo studio sul potenziamento dell’assegno disoccupazione (NASPI) anche ai lavoratori autonomi e i possessori di partita IVA. Queste categorie attualmente sono escluse dal sussidio.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Un primo passo già è stato fatto, infatti, questo mese già sarà possibile accedere al sussidio ISCRO (Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa).

Questa misura è sperimentale e sarà in vigore per un triennio. L’ISCRO è nata per tutelare i lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata INPS. Tuttavia, si tratta di una misura ridotta che va da un minimo di 250 euro al mese al massimo di 800 euro al mese.

Il Governo vuole offrire maggiore tutela ai lavoratori estendendo la NASPI e rendendola accessibile a tutti i lavoratori a prescindere dalla tipologia.

Come ottenere il sussidio

Attualmente per ottenere la NASPI bisogna aver maturato 13 settimane di contributi nei quattro anni precedenti la domanda di disoccupazione. Inoltre, bisogna avere almeno 30 giorni di contributi da lavoro dipendente nell’anno precedente il licenziamento.

Il sussidio corrisposto è calcolato sulla retribuzione mensile. Se l’importo è inferiore a 1.227,55 euro, il lavoratore può ottenere il 75%. Invece, se l’importo è superiore si avrà il 75%, più un ulteriore 25%. Quest’ultima percentuale è calcolata sulla differenza della retribuzione mensile e l’importo derivato dal 75%. Nel 2021 l’importo massimo dell’assegno di disoccupazione è di 1.335 euro.

Il lavoratore che presenta domanda riceverà il sussidio per 24 mesi. Inoltre, prevista una riduzione dal quarto mese del 3% per ogni mese fino ad arrivare ad una riduzione del 50%.

Allo studio la possibilità di limitare la riduzione dell’assegno NASPI per un valore massimo che non dovrà superare il 40%.

Approfondimento

Dopo il congedo straordinario Legge 104 si rischia il licenziamento con la NASPI?

Consigliati per te