Imperdibile opportunità d’ottenere un lavoro statale a tempo indeterminato per 218 fortunati candidati

Per chiunque sia in cerca di un nuovo lavoro che dia stimoli e una certa sicurezza c’è un nuovo bando ministeriale da non perdere. Il Ministero della Transizione Ecologica è alla ricerca di lavoratori volenterosi e preparati. Si tratta della imperdibile opportunità d’ottenere un lavoro statale a tempo indeterminato per 218 fortunati candidati, da inquadrare in varie posizioni. Il bando non è ancora attivo, ma un decreto legge dello scorso 23 giugno ne ufficializza la prossima apertura. Vediamo in cosa consiste di preciso e come inoltrare le candidature.

Imperdibile opportunità d’ottenere un lavoro statale a tempo indeterminato per 218 fortunati candidati

Il Ministero della Transizione Ecologica, ex Ministero dell’ambiente, è in cerca di 218 nuove figure personali che partecipino attivamente alle loro politiche. Il ruolo del personale entrante sarà quello di supportare la Commissione Tecnica allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati dall’Accordo di Parigi.

Le assunzioni sono previste a partire al biennio 2021-2022. Per questo motivo è ragionevole credere che il bando per applicarsi varrà aperto a breve. Il bando, inoltre, verrà svolto con ogni probabilità con modalità semplificata, seguendo i nuovi regolamenti anti Covid.

Chi può inoltrare la propria candidatura 

La notizia pubblicata in Gazzetta Ufficiale dice chiaramente che il Ministero è alla ricerca di personale altamente qualificato, da assumere con ruolo non dirigenziale. Proprio per l’alta specializzazione richiesta, tutti i candidati dovranno essere in possesso di un titolo di laurea magistrale. Gli ambiti della laurea sono i più disparati. Proviamo ad elencarle rapidamente qui di seguito: ingegneria, economia, architettura, scienze chimiche, scienze biologiche, scienze naturali, scienze della comunicazione, scienze geologiche, fisica, statistica, informatica. Inoltre, sarà preferito chi ha già maturato esperienza lavorativa. Il 50% dei posti, è chiarito nella Gazzetta, è riservato a chi ha svolto un lavoro di supporto tecnico in società a partecipazione pubblica. Si tratta di una ghiotta occasione per molti laureati giovani e non. Il consiglio è di tenere d’occhio il sito del ministero.

Approfondimento 

Ecco 5 corsi per trovare subito un lavoro ben retribuito anche a 50 anni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te