Imparare come leggere la mano non è difficile, basta partire da queste linee guida di base per scoprire cosa riserva la vita

Una delle arti divinatorie più antiche, ma per niente semplici, è la lettura della mano. Tutti almeno una volta nella vita sono rimasti affascinati da questi magici stregoni gitani e dalla loro capacità di predire la fortuna solo osservando le linee dei palmi. I protagonisti di tanti film, ad esempio, si ritrovano per caso in un luna park dove incontrano una misteriosa chiromante che predice loro un grandioso destino.

È impossibile non rimanere affascinati davanti a queste scene. Chi non ha desiderato di avere questa capacità mistica: scoprire tutto di una persona solo con un’occhiata? Ebbene, a queste persone farà piacere scoprire che imparare come leggere la mano non è difficile, basta partire da queste linee guida di base per scoprire cosa riserva la vita.

I segreti della chiromanzia

Ovviamente, è importante sempre ricordare che la chiromanzia non è una scienza ma una credenza. Non c’è niente di scientifico né di magico in tutto questo: è semplicemente una curiosità divertente, che però viene tramandata come arte da tanti secoli.

L’inizio del viaggio richiede una doverosa precisazione: negli uomini la mano che indica le esperienze di vita è la destra, mentre la sinistra è il bagaglio di conoscenze con cui si viene al Mondo. Nelle donne, questa divisione è l’esatto contrario.

La lettura della mano può partire dalla mano dominante, che rappresenta presente e passato, e si sposta poi all’altra, dov’è indicato il futuro. Per essere più precisi, in realtà, la mano non dominante indica le possibilità: ciò che potrebbe accadere. Per questo va sempre interpretata in relazione all’altra mano.

Imparare come leggere la mano non è difficile e basta partire da queste linee guida di base per scoprire con uno sguardo cosa riserva la vita

Ogni palmo ha solitamente 4 linee, di cui una meno marcata. La prima, appena sotto le dita, è quella del cuore. Poi c’è quella che divide la mano a metà, la linea della testa. Ancora, c’è la linea della vita, quella curva che delinea l’attaccatura del pollice e si estende arcuata verso il polso. Infine, la linea della fortuna, quella meno marcata. Non tutti possiedono questo tratto caratteristico.

La prima linea indica la stabilità emotiva e le prospettive amorose, ma ha anche a che fare con la felicità e la salute del cuore.

La seconda linea indica le abilità comunicative, l’intelligenza e la curiosità.

La terza linea, invece, indica il proprio stato di salute e benessere e riflette i cambiamenti più importanti della vita. A differenza di quanto credono in molti, non indica invece quanto a lungo si vivrà.

Infine, la linea della fortuna, molto rara e difficile da vedere chiaramente, indica quanto il destino ha influito e influisce sulla vita della persona.

Consigliati per te