Immunità di gregge a Ortisei. Sarà vero?

A Ortisei, nella Val Gardena, sta accadendo qualcosa di molto strano. Si reputa che i suoi cittadini abbiano raggiunto l’immunita’ di gregge. Fatto che presenta, davvero, dell’incredibile se si pensa che tutto intorno e’ ancora morte e disperazione. Il fenomeno verificatosi, tuttavia, non puo’ passare inosservato in quanto fonda su dati reali. Grazie ad un’iniziativa del dott. Simon Kostner, si stanno effettuando test sierologici di massa alla popolazione. Il dottore opera come volontario, in quanto egli stesso reduce da una dura lotta contro il coronavirus. Accanto a lui, in questa impresa, vi sono anche altri due medici di base ed un’infermiera. I test sono stati acquistati dalla Cina e messi a disposizione dal proprietario dell’hotel.

Inizialmente, erano stati acquistati solo per il personale dell’albergo ma, in seguito, si e’ avuta l’idea di estendere l’iniziativa al resto della popolazione. Pertanto, li si sta effettuando nel centro salute e benessere Balance, situato proprio presso l’hotel Sanoner, nel bel mezzo del paese. Ogni giorno ne vengono eseguiti 100. Il tutto, con un contributo di soli euro 30 a persona.

Cosa e’ emerso

Dall’indagine avviata su 456 persone tra i 20 e i 59 anni e’ emerso che il 49 per cento era positivo ma non aveva mai accusato alcun sintomo. Quindi, la circostanza interessante sarebbe che nonostante meta’ delle persone esaminate sia risultata positiva, nessuno stia male. Questa prima indagine, fa pensare che il numero dei positivi sia ben piu’ alto e purtuttavia nessuno finora e’ ricorso alla degenza ospedaliera. Il dott. Kostner, dunque, continuera’ la sfida prefissa, portando a termine il suo compito la prossima settimana, quando avra’ esaminato la parte restante della popolazione.

Tuttavia, da questo dato parziale, il dottore se la sente gia’ di arrivare alla deduzione secondo cui la popolazione di Ortisei abbia raggiunto la cd. immunita’ di gregge. Chissa’ che non venga scoperto il segreto degli abitanti di Ortisei, cosi’ da ottenere un’arma o almeno qualche conoscenza in piu’ per contrastare la pandemia.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te