Il tuo compagno non ti ascolta? Ecco la spiegazione scientifica

Quante volte le mogli si sono lamentate del fatto che i loro mariti non le ascoltano? Abbiamo perso il conto. Sono così tante che viene da chiedersi se c’è del vero nel presupposto che le donne ascoltino meglio degli uomini. La questione è stata dibattuta tra coniugi per generazioni e la ricerca scientifica potrebbe fornire una risposta.

Il tuo compagno non ti ascolta? Ecco la spiegazione scientifica

I risultati di una ricerca scientifica suggeriscono che gli uomini in effetti ascoltano in modo diverso rispetto alle donne. Ma le differenze individuate sono chiare o in bianco e nero? In realtà sono grigie e bianche!

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Il nostro cervello è composto sia da materia grigia che da materia bianca. Si ritiene che la materia grigia rappresenti i centri di elaborazione delle informazioni, mentre la materia bianca ha il compito di collegare in rete tali centri di elaborazione.

Un progetto di ricerca combinato tra l’Università della California, Irvine e l’Università del New Mexico ha identificato una differenza di genere tra la quantità di materia grigia e quella bianca. La quantità di materia grigia sarebbe stata sei volte maggiore nel cervello dei partecipanti maschi, mentre le donne che partecipavano allo studio avevano una quantità di materia bianca 10 volte maggiore degli uomini.

Queste disparità sono state identificate nei generi con intelligenza comparabile.

Mentre la dipendenza sostanziale da materia grigia aiuta gli uomini con compiti localizzati, la materia bianca aiuta le donne a eccellere nell’integrazione e nell’assimilazione, un’abilità pensata per aiutare le abilità linguistiche.

Nonostante l’attivazione di diversi centri di attività all’interno del cervello, gli uomini e le donne si comportano allo stesso modo sulle misure della funzione cognitiva. Vale a dire, anche se la maniera di assimilare le informazioni varia in base al sesso, tale differenza non influenza la nostra capacità di ascolto e di apprendimento.

Le donne all’ascolto utilizzano entrambi i lobi temporali, gli uomini solo uno

Inoltre, nell’ascolto, le donne sembrano usare entrambi i lati del cervello mentre gli uomini fanno più affidamento su di un lato.

La ricerca suggerisce che l’elaborazione del linguaggio è diversa tra uomini e donne. Questo, però, non significa necessariamente che le prestazioni saranno diverse.

Durante lo studio, entrambi i sessi hanno ascoltato lo stesso testo ad alta voce. Ed ecco cosa hanno constatato gli scienziati! Le donne, soggetti dello studio, avevano coinvolti i lobi temporali sugli entrambi lati del cervello. Mentre i maschi mostravano, principalmente, l’attività sul lobo temporale sinistro.

Secondo gli scienziati, l’ascolto e la parola sono i risultati dell’attività del lobo temporale sinistro. Mentre quello destro elabori attività non uditive.

La ricerca può essere applicata al modo in cui uomini e donne comunicano?

Sono necessarie ulteriori ricerche per collegare le differenze di elaborazione agli stili di comunicazione. Tuttavia, molti sono d’accordo sul fatto che uomini e donne hanno stili di ascolto e comunicazione diversi.

Gli uomini catturano le informazioni che permettono a loro di risolvere un problema. Mentre le donne colgono l’emozione che comunica l’interlocutore.

Insomma, quando ci chiedono  “Il tuo compagno non ti ascolta?”, forse il nodo della questione è che gli uomini stanno davvero ascoltando, ma probabilmente lo fanno in modo diverso.

Chissà se il chip nel cervello sperimentato da Elon Musk risolverà anche questa differenza.

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.