Il trucco della nonna e l’ingrediente segreto per portare in tavola delle deliziose polpette di cavolfiore

Molti hanno un’antipatia personale per gli ortaggi invernali. Parliamo soprattutto delle crucifere che fanno davvero bene. Infatti è possibile avere ossa forti e una miniera di preziose vitamine con queste verdure di stagione che combattono l’aterosclerosi. Queste però, con alcuni accorgimenti possono diventare anche estremamente gustose. Ad esempio pochi provano questa ricetta con il cavolfiore e chi non lo fa non sa cosa si perde. Oggi ne proponiamo un’altra, seguendo l’esempio delle nostre ave. Ecco infatti spiegato il trucco della nonna e l’ingrediente segreto per portare in tavola delle deliziose polpette di cavolfiore. Vediamo insieme qual è l’escamotage che può essere utile per fare mangiare più verdure ai grandi e ai bambini.

Gli ingredienti necessari per circa 4 persone

  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 150 grammi di tonno sgocciolato all’olio o al naturale;
  • 2 uova di medie dimensioni;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 500 grammi di cavolfiore;
  • 60 grammi di grana padano grattugiato;
  • 60 grammi di pangrattato;
  • sale quanto basta;
  • pepe nero quanto basta.

Il trucco della nonna e l’ingrediente segreto per portare in tavola delle deliziose polpette di cavolfiore

Prima di tutto è necessario prendere il cavolfiore e sciacquarlo bene sotto l’acqua corrente. Poi passare alla rimozione delle parti di scarto, ovvero le foglie e la base coriacea. Con un buon coltello da cucina dividere l’ortaggio in singole cimette. Prendere una pentola di acqua e metterla sul fuoco. Quando raggiungerà il bollore, salarla e inserire al suo interno la verdura. Lessare i cavolfiori per un tempo compreso fra i 12 e i 15 minuti e controllare la morbidezza con i rebbi della forchetta. Scolarli e rimuovere l’acqua in eccesso. A questo punto inserirli all’interno di un mixer. Qui entra in gioco l’ingrediente segreto: il tonno.

Prendere la quantità indicata, rimuovendolo dalla confezione e scolando l’olio in eccesso presente al suo interno. Se si preferisce una versione più light, utilizzare quello al naturale. Aggiungere anche il sale e il pepe nelle quantità desiderate. Pelare lo spicchio di aglio, rimuoverne l’anima e inserirlo nel tritatutto. Questa mossa renderà il piatto più facile da digerire. Aggiungere anche il grana e il pangrattato: quest’ultimo in particolare servirà a dare la consistenza giusta per poter modellare con le mani la materia che andremo ad ottenere. Frullare il tutto e cominciare a plasmare le polpette. Adagiarle su una teglia rivestita di carta forno, cospargendole con un filo di olio. Infornare a 220 gradi per circa 15 minuti.

Approfondimento

Questa pasta aiuterebbe a dimagrire senza sentire la fame e a tenere sotto controllo il colesterolo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te