Il titolo Pininfarina resta aggrappato ai supporti in corrispondenza dei minimi storici

Sono passati circa due mesi da quando mettevamo in evidenza i livelli oltre i quali le azioni Pininfarina sarebbero potute partire al rialzo, ma nulla è cambiato. Infatti, il titolo Pininfarina resta aggrappato ai supporti in corrispondenza dei minimi storici per evitare di precipitare verso livelli molto più in basso e che non sono mai stati toccati in precedenza.

Prima di affrontare nella sezione successiva le implicazioni dell’analisi grafica, diamo un’occhiata ai fondamentali della società.

Dal punto di vista dei fondamentali non ci sono molte indicazioni su Pinininfarina, ne’ ci sono analisti che danno una raccomandazione. L’unico aspetto veramente positivo legato al titolo è legato alla sua posizione finanziaria. La società, infatti, è molto solida e ha un indice di liquidità immediato e di lungo termine molto buoni. In entrambi i casi, infatti, l’indice è superiore a uno, per cui la società non ha alcun problema a onorare le pendenza sia nel breve che nel lungo termine.

A conferma della solidità della società, poi, facciamo notare come il portafoglio ordini continui a crescere. Ad esempio, è di qualche settimana fa la notizia che il gruppo Pininfarina si è aggiudicata una commessa da una controllata di Baidu per il design di camion elettrici. Inoltre, la società si è aggiudicata due Good Design Award per i progetti del simulatore di guida di vetture classiche “Leggenda” e per la macchina da caffè disegnata per Helvacioglu.

Il titolo Pininfarina resta aggrappato ai supporti in corrispondenza dei minimi storici: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario Pininfarina (MIL:PINF) ha chiuso la seduta del 24 gennaio a quota 0,960 euro in rialzo dello 0,21% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Sulla situazione grafica del titolo non c’è molto da commentare. Le quotazioni sono a contatto con l’importantissimo supporto in area 0,931 euro che si trova in corrispondenza dei minimi storici del titolo. Come si vede dal grafico, in passato questo livello ha sempre rappresentato un ottimo livello per la ripartenza delle quotazioni. Potremmo, quindi, trovarci nella stessa condizione che in passato.

L’unica cosa da capire è se la ripartenza è un mero rimbalzo tecnico oppure un’inversione di tendenza duratura. Una conferma in questo senso si avrebbe nel caso di una chiusura settimanale superiore ad area 1,079 euro.

Qualora, invece, si dovesse proseguire al ribasso gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

pininfarina

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te