Il titolo azionario che ha sconfitto il coronavirus (+135% da inizio anno) fin dove potrà salire?

A Piazza Affari c’è un titolo azionario che a modo suo ha sconfitto il coronavirus. Da inizio anno, infatti, Relatech ha realizzato uno strepitoso +135% battendo di gran lunga tutte le altre azioni.

Come già spiegato in un precedente articolo (clicca qui per leggere) la società occupandosi di fornire alle aziende soluzioni digitali ha tratto vantaggio dello sviluppo della crescente domanda di servizi cloud-based. Questa crescente richiesta ha portato la società a siglare molti accordi.

Ultimo in ordine di tempo è stato l’accordo con Logisan, azienda specializzata nella distribuzione di prodotti sanitari e farmacologici, in prima linea per l’emergenza Covid-19. Il senso di questo accordo e la spiegazione che ne da’ il vice-presidente di Relatech fa capire molto bene i motivi alla base dell’esplosione rialzista delle quotazioni del titolo azionario e perché non è destinata a esaurirsi in breve tempo.

In questo periodo di emergenza sanitaria internazionale, aziende come Logisan sono in prima linea nella lotta contro la pandemia Covid-19. Lo stato di emergenza ha aumentato esponenzialmente le richieste di strumentazioni e apparecchiature, soprattutto la fornitura di respiratori per le terapie intensive. Logisan ha deciso di investire nella digitalizzazione e nella modernizzazione dei propri processi aziendali core adottando una piattaforma tecnologica di nuova generazione, interamente in cloud, per ottimizzare la gestione finanziaria e per potenziare i sistemi di supply-chain.

D’altra parte questo incremento del business si sta sviluppando su basi molto solide. Come si evince dal bilancio al 31 dicembre 2019 i numeri sono molto interessanti:

  • i ricavi si attestano a 18 milioni di euro circa, in crescita del 36%;
  • L’EBITDA adjusted è pari a 4,9 milioni di euro e risulta in crescita del 98% rispetto ai 2,4 milioni di euro al 31 dicembre 2018.
  • La Posizione Finanziaria Netta è attiva (cassa) per 2,3 milioni di euro al netto degli effetti IFRS16, rispetto a un indebitamento netto pari a 1,1 milioni di euro al 31 dicembre 2018

Fin dove potrà arrivare Relatech secondo l’analisi grafica e previsionale?

Relatech (MIL: RLT) ha chiuso la seduta del 24 aprile in ribasso del 2,89% rispetto alla seduta precedente a quota 5,38€.

Come si vede dal grafico la proiezione rialzista in corso ha raggiunto il suo III° obiettivo di prezzo in aera 6,018€. Questo traguardo, come da attese, ha provocato un indebolimento della spinta rialzista . Le attese per le prossime settimane, quindi, sono per una discesa dei prezzi fino in area 4,7€. Questo livello rappresenterebbe un ottimo punti di ingresso per chi è rimasto fuori dal rialzo. Gli obiettivi del rialzo successivo  al ritracciamento andranno calcolati nel momento in cui si dovesse terminare il ritracciamento e partire l’inversione al rialzo.

Una nota importante. Per chi dovesse entrare in area 4,7€ è di fondamentale importanza ricordare che una chiusura settimanale inferiori a 4,7€ farebbe invertire al ribasso la tendenza e che, quindi, dovrebbe far scattare lo stop delle posizioni rialziste.

Conclusione: il titolo azionario ha grandi potenzialità al rialzo. Tuttavia nel breve potrebbe vedere un ritracciamento delle quotazioni offrendo un’opportunità di ingresso per chi è rimasto fuori dal titolo.

Relatech

Relatech: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te