Il tempo passa e Trevi Finanziaria rimane sempre un titolo dalle enormi potenzialità inespresse

Per questo titolo azionario si potrebbe applicare il motto “vorrei, ma non posso”. Infatti, il tempo passa e Trevi Finanziaria rimane sempre un titolo dalle enormi potenzialità inespresse senza, però, mostrare in Borsa tutta la sua forza. Come quelle auto da corsa che hanno tantissima potenza, ma non riescono a scaricarla sull’asfalto.

Un esempio di potenzialità inespresse enormi arriva dal calcolo del fair value, metodo del discounted cash flow, che risulta essere pari a 9 euro a fronte di una quotazione di 1,226 euro (alla chiusura del 27 aprile). Il titolo, quindi, potrebbe aumentare di un fattore superiore a 7 il suo attuale valore.

Analoghi risultati si ottengono andando ad applicare il metodo dei multipli di mercato, in particolare il P/E e il Price to Book ratio.

Trevi Finanziaria, però, ha un punto debole ed è legato all’indebitamento. Il titolo azionario, infatti, fa parte della black list della Consob. L’aspetto negativo è che, anziché diminuire, il suo indebitamento è aumentato alla rilevazione del 31 dicembre 2020.

Prestare, quindi, molta attenzione.

Il tempo passa e Trevi Finanziaria rimane sempre un titolo dalle enormi potenzialità inespresse: le indicazioni dell’analisi grafica

Trevi Finanziaria (MIL:TFI) ha chiuso la seduta del 27 aprile in ribasso dell’1,13% rispetto alla seduta precedente a quota 1,226 euro.

L’andamento del titolo è molto irregolare soggetto com’è a forti escursioni anche su base settimanale. Per cercare di andare oltre il rumore di breve/medio termine focalizziamo la nostra attenzione sul time frame mensile.

Da oltre un anno, dopo una lunga discesa,  le quotazioni di Trevi Finanziaria sono bloccate all’interno del trading range 0,815-2,14 euro intorno al valore centrale 1,686 euro.

A questo punto solo una decisa rottura mensile esterna all’intervallo indicato potrebbe dare direzionalità alle quotazioni che a quel punto si dirigerebbero verso gli obiettivi indicati in figura.

Time frame settimanale

trevi finanziaria

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

trevi finanziaria

 

Approfondimento

I due esperimenti di Draghi

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te