Il Super Bonus potrebbe far fare una super performance a questo titolo azionario

È ormai noto a tutti che con il Decreto Rilancio è stato introdotto il cosiddetto Super Bonus che  consente di recuperare il 110% della spesa per interventi di riqualificazione energetica di un’abitazione, compresa l’installazione di un impianto fotovoltaico domestico. Il Super Bonus potrebbe far fare una super performance a questo titolo azionario (E.ON) che è leader nel settore delle energie rinnovabili per i clienti residenziali, business, della pubblica amministrazione e sulle reti di distribuzione.

D’altra parte fino ad ora, negli ultimi cinque anni, il titolo ha sempre sottoperformato sia l’indice di riferimento che quello italiano. Potrebbe, quindi, essere giunto il momento della riscossa.

Secondo le raccomandazioni degli analisti il consenso medio è Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione di circa il 25%.  Alla base di questo giudizio positivo ci sono i seguenti punti di forza:

  • La crescita è un asset sostanziale per l’azienda, come anticipato da analisti dedicati. Si stima che entro i prossimi tre anni la crescita raggiungerà il 63% entro il 2022.
  • Il titolo, che attualmente vale dal 2020 a 0,82 volte il suo fatturato, è chiaramente sopravvalutato rispetto alle aziende concorrenti.
  • L’azienda è una società di rendimento e con elevate aspettative di dividendo. Allo stato attuale, infatti, il rendimento del suo dividendo è superiore al 5%
  • Negli ultimi 4 mesi, gli analisti hanno rivisto significativamente al rialzo le stime di vendita dell’azienda.

Tra i punti di debolezza c’è un livello di indebitamento piuttosto elevato in proporzione al suo EBITDA.

Il Super Bonus potrebbe far fare una super performance a questo titolo azionario: le attese secondo l’analisi grafica e previsionale

Il titolo E.ON (MIL:EOAN) ha chiuso la seduta del 24 novembre a quota 8,938 euro in ribasso dello 0,64% rispetto alla seduta precedente.

La situazione del titolo è molto critica. Sul settimanale, infatti, la tendenza in corso è ribassista, mentre sul mensile le quotazioni stanno combattendo una battaglia che, se vinta, potrebbe portare il titolo a raddoppiare il suo attuale valore.

Andiamo per gradi.

Sul settimanale è vero che la tendenza è ribassista e punta al I obiettivo di prezzo in area 7 euro. Tuttavia le quotazioni si trovano sopra l’importante livello in area 8,77 euro e c’è in corso un segnale rialzista di BottomHunter. Per la definitiva inversione al rialzo basterebbe una chiusura settimanale superiore a 9,349 euro.

Sul time frame mensile, invece, la lotta tra i rialzisti (linea continua) e i ribassisti (linea tratteggiata) è in pieno svolgimento e il livello chiave passa per area 9,3 euro. Una chiusura mensile inferiore a questo livello farebbe precipitare le quotazioni verso gli obiettivi indicati in figura (linea tratteggiata). In caso contrario le quotazioni si dirigeranno verso gli obiettivi indicati dalle linee continue. In quest’ultimo caso il titolo potrebbe vedere raddoppiate le sue quotazioni nel giro di qualche mese.

Time frame settimanale

E.ON

E.ON: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame mensile

e.on

E.ON: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te