Il sorprendente motivo per cui tutti stanno mettendo delle coccinelle sulle piante

Con l’inizio della primavera e l’aumento delle temperature non è raro notare sulle piante del giardino delle vere e proprie colonie di insetti.

È un fenomeno che colpisce maggiormente i giardini. In alcuni casi, questi insetti possono mettere a dura prova anche le piante poste su un balcone.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Si tratta di afidi, insetti capaci di formare numerosissime colonie attorno ai germogli e ai rami appena nati. Questo porterà, quasi sicuramente, alla rovina dei nuovi germogli.

Prima di spaventarsi bisogna sapere che sconfiggere questi insetti è possibile. Tuttavia, sarà necessario agire rapidamente.

Nel periodo che va da aprile a maggio è praticamente impossibile scovare una pianta che ne sia immune. Infatti, gli afidi non disdegnano nessuna pianta, specialmente le piante giovani.

Sono insetti che si muovono in massa, per questo motivo ci si imbatte in vere e proprie colonie attaccate allo stesso germoglio.

Afidi

Gli afidi tendono, come scritto in precedenza, a nutrirsi del germoglio. Così facendo lo indeboliscono, impedendo la crescita della pianta.

Non esistono molte piante da esterno immuni da questi attacchi. Infatti, gli afidi amano qualsiasi pianta, erbacee, annuali, perenni o anche da frutto.

I danni provocati da questi insetti sono numerosi, un attacco massiccio debiliterà la pianta e nuocerà a tessuti e foglie. Le foglie e i tessuti colpiti tenderanno ad accartocciarsi e a seccarsi.

Inoltre, le punture di questi insetti potrebbero anche trasmettere di virus molto gravi alla pianta.

Si tratta di insetti che amano le temperature miti e gli ambienti secchi. Le temperature primaverili e autunnali rappresentano il clima ideale per la loro proliferazione. Al contrario, tendono a scomparire in seguito a basse o alte temperature e umidità.

Prevenzione

Ci sono alcuni trucchi per evitare il formarsi di colonie di afidi. Tra questi sarà necessario evitare degli stress idrici. La carenza di acqua, infatti, ne favorisce la proliferazione.

Bisognerà, poi, favorire la presenza di insetti antagonisti. Ecco svelato il sorprendente motivo per cui tutti stanno mettendo delle coccinelle sulle piante. Infatti, le coccinelle sono in grado di eliminare centinaia di afidi al giorno.

Sono insetti facili da debellare se la lotta inizia poco dopo la formazione della colonia. Nel caso in cui siano pochi sarà possibile schiacciarli tra le dita, utilizzando dei guanti.

In caso di colonie molto sviluppate sarà necessario intervenire con un insetticida. Attenzione a non spruzzare questo insetticida sui fiori aperti. Tuttavia, si consiglia di preferire l’arrivo degli insetti antagonisti dal momento che la biodiversità favorisce la lotta naturale. Ed ecco, quindi, il sorprendente motivo per cui tutti stanno mettendo delle coccinelle sulle piante.

Consigliati per te