Il sorprendente motivo per cui la gente sta mettendo dei cubetti di ghiaccio nei propri vasi

Avere un balcone, un terrazzo o una casa piena di fiori è un modo per portare colore e allegria nella propria quotidianità. Ma capita, a volte, che pur prendendosene cura in modo attento e preciso, le piante in nostro possesso abbiano un aspetto spento e malaticcio. O ancor peggio che tra le piante in questione, pur passando i mesi, non vi sia alcuna traccia di un bocciolo. Per fortuna, in nostro soccorso, arrivano piccoli suggerimenti su come trattare le piante e avere, in pochissimo tempo, dei risultati eccezionali.

Ecco il sorprendente motivo per cui la gente sta mettendo dei cubetti di ghiaccio nei propri vasi

In diversi articoli pubblicati su ProiezionidiBorsa abbiamo parlato di come l’eccesso di acqua e i ristagni idrici siano tra i nemici più pericolosi delle nostre piante. Le radici marciscono e le piante muoiono in breve tempo, senza alcuna possibilità di recuperarle. Un segreto per idratare il terreno ed evitare di saturarlo con un eccesso di umidità è posizionare un paio di cubetti di ghiaccio sulla base della pianta. Il ghiaccio, infatti, sciogliendosi lentamente apporterà la quantità di acqua necessaria al terreno, lasciandogli il tempo necessario di assorbire l’umidità. La pianta verrà protetta dai rischi di un eccesso di acqua e crescerà sana e rigogliosa, sbocciando in men che non si dica. Questo rimedio è particolarmente indicato per innaffiare le orchidee e le piante rampicanti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco il sorprendente motivo per cui la gente sta mettendo dei cubetti di ghiaccio nei propri vasi.

La temperatura dell’acqua

Un altro rimedio eccezionale che fa crescere più rapidamente le piante è innaffiarle con dell’acqua la cui temperatura è compresa tra i 25° e i 30°. Certo, questo trucco richiede un po’ di attenzione e pazienza, ma la soddisfazione di vedere le piante in fiore per un lungo periodo è impareggiabile. In questo caso basterà innaffiare le piante ogni 2-3 giorni o, comunque, ogni qual volta il terriccio risulti asciutto.

Naturalmente per assicurarsi piante sane, rigogliose e fiorite è importante anche “aiutarle” con dei fertilizzanti, meglio se naturali. In questo articolo spieghiamo nel dettaglio come ottenere un fertilizzante fatto in casa utilizzando un’erba molto comune.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te