Il segreto per preparare delle uova di Pasqua di cioccolato perfette e buonissime

Forse non ce lo siamo mai chiesti né immaginati, ma le uova di Pasqua nascono con un profondo messaggio religioso e spirituale. Naturalmente, siamo vicini alla Pasqua cristiana e quindi la scelta delle uova segue la tradizione di questa religione.

Infatti, i cristiani a Pasqua celebrano la risurrezione di Gesù Cristo, che da morto risorge e passa a nuova vita. L’uovo è l’esempio perfetto per descrivere questo mistero.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Sembra infatti una cosa morta, ma, dopo un po’ di tempo, riesce a dare alla luce un pulcino. Si tratta, quindi, del simbolo giusto per celebrare la Pasqua, e in molte culture cristiane nel mondo l’uovo è il centro dei riti pasquali.

Basti pensare che i cristiani ortodossi colorano le uova mentre in Occidente siamo più golosi. Le uova noi le mangiamo, e sono uova di cioccolato con una sorpresa all’interno.

Volendo, possiamo addirittura prepararcele a casa, ma dobbiamo stare molto attenti a non commettere alcuni errori. Uno di questi è fatale, e ci potrebbe far rovinare tutto il lavoro svolto e ricominciare da capo. Vediamo insieme come evitarlo. Ecco il segreto per preparare delle uova di Pasqua di cioccolato perfette e buonissime.

Evitare questo errore

Il segreto per preparare delle uova di Pasqua di cioccolato perfette e buonissime sta nella cura con cui leghiamo le due metà. Ci sono, infatti, infinite ricette che spiegano come sciogliere il cioccolato e disporlo nelle forme d’uovo.

Si possono anche scegliere dei tipi di cioccolato diversi. C’è chi preferisce quello amaro, chi quello al latte e chi addirittura quello bianco. Il punto non è tanto come far sciogliere il cioccolato o quale cioccolato scegliere. Il punto delicato sta proprio nel momento in cui andiamo a “incollare” le due parti.

Di solito si consiglia di tenere del cioccolato in più da far sciogliere nel momento in cui andiamo a incollare le parti. Con l’aiuto di un pennello da cucina, andiamo a usarlo come colla. Il problema è che dobbiamo fare pochissima pressione, se eccediamo rischiamo di rompere una metà e dover ricominciare tutto da capo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te