Il segreto per dormire bene senza soffrire il caldo d’estate anche per poche ore e la migliore posizione per svegliarsi riposati

L’estate è finalmente arrivata, accompagnata dall’immancabile caldo. Ormai, da qualche settimana, le temperature sono salite fino a superare i 30° C in alcune città. Questo non significa solo essere costretti a sopportare sudore, mancanza d’aria e umidità appiccicosa per l’intera giornata.

Spesso il caldo non ci lascia tregua nemmeno la notte. Ciò accade specialmente in città, dove le temperature sono più alte a causa di un fenomeno chiamato “isola di calore”. Con questo termine, gli scienziati hanno definito il surriscaldamento dei centri urbani, rispetto alle zone limitrofe. Che in città la temperatura sia più alta di almeno 2°C, rispetto alle periferie o ai piccoli paesi, pare sia una norma.

Ciò è causato dalla presenza di cemento, asfalto, acciaio, che, colpiti dal calore, ne trattengono una grande parte. Tutto questo in estate genera temperature record che lasciano insonni molte persone.

Ma il segreto per dormire bene senza soffrire esiste e non comprende né il condizionatore, né il ventilatore. Molti sono convinti che l’unico modo per combattere il caldo in casa sia accendere il climatizzatore e far salire il costo della bolletta alle stelle.
In realtà ci sono metodi molto meno dispendiosi e più salutari per stare freschi anche in estate. Uno di questi consiste nel trovare la posizione giusta per dormire.

Il segreto per dormire bene senza soffrire il caldo d’estate anche per poche ore e la migliore posizione per svegliarsi riposati

Una delle prime regole di sopravvivenza, per chi si trova in città nel periodo estivo, riguarda l’areazione delle camere della casa. Se si lasceranno aperte le finestre per tutto il giorno, sarà inevitabile che l’aria calda invada la nostra casa.

Ecco perché l’aerazione andrebbe fatta solo nelle prime ore del giorno, quando l’aria si è liberata dal pulviscolo ed è più fresca. Durante il giorno meglio tenere le finestre e le imposte ben chiuse e aprirle solo col buio.

Per quanto riguarda i tessuti migliori da usare nel periodo estivo, non c’è dubbio che il cotone sia la scelta migliore perché garantisce una corretta traspirazione. Ma veniamo a qualche trucco per rinfrescarsi durante la notte.

In inverno molti hanno l’usanza di andare a dormire con la borsa dell’acqua calda. In estate, questo oggetto può tramutarsi in una perfetta borsa refrigerante. Basterà riempirla e metterla in freezer per alcune ore. Durante la notte, nei momenti di caldo peggiore, la si potrà poggiare sul corpo.

Un altro segreto consiste nel mangiare cibi non pesanti. Solo così il nostro corpo si manterrà leggero e suderà di meno. Arriviamo alla posizione più utile per dormire senza soffrire il caldo. La migliore consisterebbe nel dormire sulla schiena e con le gambe leggermente divaricate. Nella posizione a stella il corpo è largo e tocca poco le lenzuola. Inoltre i polmoni sono liberi di riempirsi e liberare l’aria calda.

Approfondimento

Trucchi ed errori da evitare per dormire bene col caldo estivo e riposarsi al meglio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te