Il segreto per allenarsi con le massime potenzialità è scegliere il momento migliore

Muovere il corpo è fondamentale per la salute fisica e mentale. Fare un allenamento sotto sforzo, camminare in modo sostenuto rientrano in questa attività.

Esistono delle teorie secondo le quali c’è un momento preciso del giorno in cui è meglio allenarsi. Alcuni sostengono che i muscoli raggiungono la massima attività nel pomeriggio. Questo li rende pronti a bruciare calorie. Fondamentalmente non ci sarebbe bisogno di riscaldamento.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Ma c’è davvero un momento “giusto” per allenarsi? Alcuni studi sostengono che per ciascuna persona il tempo giusto dell’allenamento è diverso. Pare che il segreto per allenarsi con le massime potenzialità è scegliere il momento migliore. È necessario osservare il proprio ritmo del sonno, il proprio metabolismo, orari di lavoro e dei pasti, stanchezza.

Quindi, abitudini e conoscere il proprio corpo indirizzano la scelta. Ma ecco qualche idea su cosa succede quando ci si allena la mattina oppure nel pomeriggio.

Il segreto per allenarsi con le massime potenzialità è scegliere il momento migliore

Allenarsi la mattina ha i suoi pro e i suoi contro. La carica energetica per alcuni è molto alta appena svegli. Specialmente per i mattinieri, sfruttare le prime ore del giorno è naturale. Sicuramente in inverno si avrà qualche difficoltà in più, mentre in estate si gioverà della frescura.

Chi si allena la mattina dovrà prestare attenzione a risvegliare i propri muscoli. Un riscaldamento, anche breve, è più che necessario. Chi fatica ad alzarsi e a carburare avrà più difficoltà ad allenarsi la mattina. L’energia tarderà a presentarsi ma potrebbe essere un buon modo per dare una scossa al corpo.

Allo stesso modo, ma con l’obiettivo di rilasciare energia negativa, ci si può allenare nella pausa pranzo o poco prima. Inoltre movimentare il corpo a metà giornata può sortire l’effetto di riattivazione e rinvigorimento. Nella pausa pranzo lo svantaggio è di avere poco tempo. Si rischia di fare tutto “di corsa”.

Pomeriggio e sera

Come si diceva, nel pomeriggio la muscolatura raggiunge la sua temperatura più alta. Il lavoro fisico può essere più intenso ma anche più breve. Il corpo continuerà a bruciare calorie subito dopo aver finito la corsa o altro allenamento muscolare. Allenarsi è anche un buon modo per sfogare lo stress accumulato durante il giorno. Se si corre in città, questo potrebbe non essere il momento migliore: si verifica l’accumulo di scorie, smog e inquinamento.

Quando si va verso sera la questione si fa più complicata. Per chi ha avuto giornate impegnative è difficoltoso rimettersi in moto. Si è già stanchi, anche mentalmente, e questo potrebbe diventare un deterrente. Inoltre attivare energeticamente il corpo è sconsigliato se fatto prima di andare a dormire. Se ci si allena la sera, meglio farlo prima di cena.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te