Il segreto dei vivaisti per far durare più a lungo l’innaffiatura alle piante e mantenerle rigogliose anche in estate

Il periodo estivo è piacevole anche perché si ha più voglia di muoversi. Il caldo però aumenta e a volte diventa insopportabile. Come lo è per noi, così ne soffrono anche gli animali e le piante. Per queste ultime, la terra si asciuga prima e allora richiedono più cure.

Per dare loro sollievo, le si tengono un po’ all’ombra, o le si innaffiano più sovente. Può darsi tuttavia che non tutti abbiano questa disponibilità di tempo. Sono spesso fuori casa e, presi da tante cose, se ne dimenticano. Tuttavia è semplice sapere quando innaffiare.

In effetti, per riconoscere una pianta che ha bisogno d’acqua, basterebbe controllare il terreno. Possiamo infilare due dita a qualche centimetro di profondità e vedere se il terreno è ancora umido. Potremmo usare anche un bastoncino. Se non si avverte umidità, allora è il momento di innaffiare.

Possiamo controllare anche le foglie. Quelle delle piante di appartamento hanno tendenza a rinsecchire. Se notiamo che alcune foglie cominciano a diventare secche, allora forse è mancanza d’acqua. Si potrebbe aiutare la pianta, anche nebulizzando le foglie.

Il segreto dei vivaisti per far durare più a lungo l’innaffiatura alle piante e mantenerle rigogliose anche in estate

Per chi ama le piante ma non ha molto tempo, c’è una soluzione. Si potrebbe creare un piccolo giardino in bottiglia. Si acquistano già fatti, oppure possiamo preparalo noi stessi. In effetti si tratta di introdurre tutto quello che serve, dal terreno alle piante, in un bottiglione. Si trovano quelli medi e grandi, che una volta venivano utilizzati come damigiane di vino. Aggiunta l’acqua, si mette il tappo e l’acqua durerà moltissimo. La pianta infatti la rimette in circolo nell’aria. Questa ritorna nel terreno e si crea un ciclo che dura a lungo.

Tuttavia, per chi ha piante in vaso in casa e in giardino, è importante prendersene cura d’estate. Le piante che hanno meno bisogno d’acqua sono quelle grasse. Le loro foglie spesse ne costituiscono una riserva. D’estate però meglio innaffiarle ogni 10 giorni. Per le piante d’appartamento bisogna distinguere. Alcune amano il terriccio sempre umido, altre come le orchidee, bisogna attendere che sia asciutto. Comunque sempre più sovente che piante grasse.

Tuttavia, esiste il segreto dei vivaisti per prendersi cura delle piante. Permette alle piante di trattenere maggiormente l’acqua nel terreno. Possiamo sistemare sopra il terriccio delle piante in vaso dei ciottoli. Oltre a dare una bella decorazione, aiutano a trattenere di più l’umidità nel terreno, quando fa molto caldo. L’acqua così staziona più tempo e le radici potranno nutrire meglio la pianta. Un piccolo trucco che permette alle piante di sopportate meglio le giornate più calde dell’estate.

Approfondimento

Molti la confondono con una Aralia, questa pianta da appartamento può trasformare tutta la casa con la sua bellezza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te