Il risparmio sulla prossima bolletta elettrica non è una presa in giro

Il risparmio sulla prossima bolletta elettrica non è una presa in giro. Il motivo? Eccolo. Finché non avremo tra le mani la bolletta elettrica e notiamo effettivamente il risparmio il dubbio resta. Però da uno studio effettuato da Selectra, società di intermediazione tra consumatori e aziende, il risparmio sulla prossima bolletta elettrica non è una presa in giro per le imprese. Dello sconto in bolletta ne beneficeranno 3,7 milioni di Pmi come sostegno all’attività economica duramente compromessa dall’emergenza Covid-19.

E’ bene ribadirlo per non dare false illusioni alle famiglie italiane che il taglio in bolletta elettrica è solo per le utenze non domestiche connesse in bassa tensione. Il taglio per le bollette delle Pmi sarà alla parte fissa della bolletta che non dipende dai consumi e deve essere sostenuta in ogni caso, anche se l’esercizio rimane chiuso e non ci sono consumi effettivi.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Cosa bisogna fare?

Le Pmi destinatarie dell’aiuto non dovranno fare nulla. L’agevolazione sarà applicata direttamente nella bolletta elettrica. Nessuna richiesta da presentare al proprio operatore di energia elettrica che di suo applicherà la riduzione.

Facciamo le pulci al contatore

Partiamo da un contatore che eroga 3kW, uno di quelli a servizio di uno studio per professionisti. Per Selectra lo sconto su 3 mesi di bolletta si aggirerà intorno ai 13 euro, il 15% dei costi fissi. Un taglio che includerà anche il prezzo commercializzazione vendita (PCV) che per questo tipo di utenza ammonta a circa 87 euro (imposte escluse).

Quanto si risparmia in bolletta

Per le attività che hanno un contatore con una potenza impegnata dai 4 ai 6 kW vedranno la bolletta dell’energia elettrica tagliata di 61 euro per 3 mesi. Salendo di potenza fino a 10kW il taglio complessivo previsto per 3 mesi è tra i 77 e i 125 euro, fino a 61% sui costi fissi. Con un contatore da 10 kW, il taglio in bolletta sarà pari a 125 euro per 3 mesi. Infine per i possessori di un contatore con potenza tra 11 e 16 kW lo sconto previsto è tra 141 e 221 euro. Per potenze superiori la riduzione in bolletta si riduce leggermente.

Prima di cantare vittoria meglio attendere. Il risparmio sulla prossima bolletta elettrica non è una presa in giro secondo le analisi fatte da Selectra.

Consigliati per te