Il rating delle banche italiane per ora non rischia

MILANO (Reuters) – Le banche italiane hanno bisogno di stabilità economica per proseguire sulla strada della ripresa anche se ancora devono far fronte alla turbolenza dei mercati.

Secondo l’agenzia Standard & Poor’s gli istituti italiani sono a metà strada per la ripresa ma devono continuare a ricevere sostegno dall’economia se vogliono completare il processo.

Gli eventi recenti non hanno un impatto immediato sui rating ma un periodo prolungato di volatilità dei mercati potrebbe indebolire la solvibilità delle banche e l’accesso alle fonti di finanziamento oltre a limitare ulteriormente la redditività.

L’agenzia americana ricorda come negli ultimi due anni le banche italiane hanno migliorato stabilmente la loro qualità del credito riducendo in modo significativo lo stock di crediti deteriorati. E hanno pianificato grandi dismissioni di crediti deteriorati per i prossimi due anni e rafforzato la posizione patrimoniale, traendo vantaggio dalla relativa stabilità politica e dalle migliorate prospettive economiche.

S&P non ha dubbi sul fatto che il management resterà focalizzato sulla riduzione degli Npl ma ritiene che questo richieda una ripresa economica sostenuta.

L’incertezza politica persistente potrebbe ancora pesare sulla performance economica dell’Italia e mettere a rischio la fiducia degli investitori nelle banche domestiche, secondo l’agenzia.

Inoltre, il nuovo governo Lega-Movimento 5 Stelle ha dichiarato di voler delimitare le attività di commercial banking e quelle di trading e fare cambiamenti nelle norme che regolano le banche popolari e le banche di credito cooperativo. In questa fase sono necessari ulteriori dettagli per valutare l’effetto potenziale sulle banche.

I rating della maggior parte delle banche italiane restano altamente correlati a quello dell’Italia e l’outlook stabile riflette quello sul rating sovrano e l’aspettativa che la ripresa italiana proseguirà gradualmente sostenendo gli sforzi degli istituti a sistemare i propri bilanci. Tuttavia se l’incertezza persiste riteniamo che possa minare la performance economica dell’Italia e la fiducia degli investitori nelle banche domestiche.

Il rating delle banche italiane per ora non rischia ultima modifica: 2018-06-11T20:09:46+00:00 da redazione
Iscriviti al nostro canale Telegram

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver prevo visione della Privacy Policy.