Il protagonista di oggi è il Bitcoin. Ma cosa sta succedendo sul resto dei mercati?

Le Borse internazionali durante la mattinata hanno accusato una certa debolezza, ma il protagonista di oggi è il Bitcoin. Infatti la moneta virtuale ha intravisto i 49mila dollari. Anche grazie all’aiuto di grandi nomi della finanza internazionale. Intanto un impatto positivo sembrano aver avuto i numeri del mondo del lavoro USA. Ma procediamo con ordine.

Il caso Bitcoin

Ultimamente il re delle monete virtuali, il Bitcoin, è salito in maniera vertiginosa. Attualmente è valutata poco sopra i 47mila dollari ma, come detto, ha intravisto i 49mila. A dare una mano è stata Bny Mellon che ha confermato la possibilità per i suoi clienti di poter trasferire moneta virtuale.

Guardando a quanto sta accadendo in Italia non si può non sottolineare che il premier incaricato Mario Draghi sembra essere pronto a presentare la sua squadra di Governo. Per oggi, infatti, è prevista la sua visita al Quirinale dal Presidente Sergio Mattarella. Allargando la visuale al resto delle altre Borse europee, quando mancano pochi minuti alle 11.30 il Dax accusa una certa debolezza, debolezza che lo porta a perdere quasi lo 0,6%. Non vanno diversamente le cose a Parigi dove il Cac 40 registra un passivo minore ma pur sempre passivo (-0,03%). Da parte sua il Ftse 100 è sulla stessa strada con un -0,02%.

I rating a Piazza Affari

Sulle cronache finanziarie il protagonista di oggi è il Bitcoin ma per chi opera a Piazza Affari l’attenzione resta alta su alcuni titoli del settore finanziario. Ad esempio per Goldman Sachs andrebbero comprati nomi come Banca Mediolanum (MIL:BMED) (target fissato a 9,30 euro) e Banca Generali (34 euro), entrambi in aumento rispetto ai precedenti target. Banca Mediolanum piace anche agli analisti di Intesa SanPaolo che la giudicano degna di un buy (target a 9,10 euro) insieme a Banca Ifis (11,70 euro) e Unipol (4,90 euro). Banca Generali (14,10 euro) e Unicredit (9,10 euro) meritano un add. Andando oltre il settore finanziario, per Intesa Sanpaolo sono buy, ad esempio, anche Esprinet (14,10 euro) Fila (12,40 euro) Illimity (2,40 euro), Leonardo (6,20 euro), Piaggio (3,60 euro).

Gli eventi più importanti nel calendario

Agli orari prefissati si può consultare il calendario macroeconomico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati. Tra gli appuntamenti del calendario macro sono da citare il PIL inglese del quarto trimestre, all’1%, in aumento rispetto alle previsioni ferme sullo 0,5%. Da segnalare anche la produzione industriale, sempre inglese, di dicembre a 0,2%, in aumento (m/m) rispetto alla precedente, di -0,3%.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te