Il prezzo, il consumo e altri 3 aspetti da valutare per scegliere la migliore lavastoviglie da comprare

La lavastoviglie è un elettrodomestico molto amato perché consente di risparmiare tempo, fatica e acqua. Anche i più scettici che la consideravano uno strumento quasi inutile dopo pochi utilizzi di solito si ricredono e se ne innamorano.

L’acquisto di un elettrodomestico però è sempre molto complicato. La scelta a volte sembra essere infinita e le caratteristiche tecniche sono spesso incomprensibili all’uomo e alla donna comune.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco dunque il prezzo, il consumo e altri 3 aspetti da valutare per scegliere la migliore lavastoviglie da comprare.

Il prezzo

Il costo di una buona lavastoviglie può arrivare fino a 600 euro. Ad oggi comunque è possibile acquistare una lavastoviglie duratura e con ottime caratteristiche tecniche anche a 200 euro. Di contro c’è che potrebbe non essere particolarmente silenziosa. Il costo giusto per assicurarsi un buon rapporto qualità/prezzo e dunque buone prestazioni è 350 euro circa. E consultando le offerte online è possibile assicurarsi delle ottime macchine.

I consumi

Quando si acquista una lavastoviglie, ma lo stesso vale per lavatrici, frigoriferi, freezer o altro è bene fare molta attenzione all’etichetta energetica. Ovvero quel documento in cui è riportata la classe energetica dell’elettrodomestico. Le classi vanno dalla A alla F. Tra le macchine in commercio le più efficienti sono quelle marchiate A+++. Ovvero quelle in cui i consumi sono ridotti al minimo mantenendo un alto standard di prestazioni. Può capitare di scegliere un elettrodomestico con una classe energetica non particolarmente buona solo perché economico. La differenza di prezzo con uno migliore verrà però pagata un po’ alla volta spalmata nelle bollette di acqua ed energia elettrica.

Ma prezzo e consumi non sono gli unici elementi da considerare.

Presenza di programmi eco

Questi programmi grazie alla loro progettazione consentono di risparmiare in termini di consumo acqua e corrente.

Presenza di sensori in grado di rilevare il carico

Questa caratteristica è molto importante perché consente all’elettrodomestico di bilanciare la quantità di acqua da impiegare a seconda delle stoviglie introdotte.

Numero di coperti

Sembra una cosa stupida ma scegliere il numero di coperti della lavastoviglie è un elemento che deve essere valutato in modo oculato. Il numero di persone che abitano in una casa non è l’unico dato da tenere presente. Bisogna ad esempio considerare quanti pasti si fanno in casa. Si può prendere una lavastoviglie da 9 coperti anche se la famiglia è composta solo da 3 persone se queste sono abituate a fare colazione pranzo e cena sempre in casa. Perché basterà caricarla una sola volta la sera per riempirla sempre.

Sono dunque svelati il prezzo, il consumo e altri 3 aspetti da valutare per scegliere la migliore lavastoviglie da comprare.

Consigliati per te