Il pieno costa quasi 4 euro in più, come risparmiare?

Aumenta il prezzo del carburante, con un incremento del costo del pieno di quasi 4 euro in due mesi. Alla vista di questa nuova situazione, come risparmiare e consumare di meno?

L’aumento del costo del carburante

Gli Esperti della Redazione di ProiezionidiBorsa hanno analizzato i prezzi medi mensili dei carburanti. Il costo della benzina ha subito da novembre un aumento di circa il 5,4%. Il costo del gasolio invece ha subito un aumento, nello stesso periodo, di circa il 6%.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

In altri termini vuol dire che, per un pieno da 50 litri, a novembre si sarebbero spesi circa 66 euro mentre a gennaio 2021 circa 70 euro.

Si tratta di cifre inaccettabili, che portano gli automobilisti a spendere, se il trend non si arresta, oltre 100 euro in più all’anno.

A fronte di quella che si configura come una vera e propria batosta, allora, è necessario assolutamente individuare dei sistemi per risparmiare sul costo del carburante. Quindi, se il pieno costa quasi 4 euro in più come risparmiare?

Come consumare meno

Il primo consiglio da seguire è quello di cambiare stile di guida. Ci sono alcuni comportamenti al volante, infatti, che inevitabilmente portano a consumare maggiore carburante.

Ad esempio, mantenere una velocità costante, senza continue accelerazioni e frenate, permette di risparmiare sui consumi del carburante.

Spegnere il motore quando si è in coda ad un semaforo consente un bel risparmio economico a fine anno.

Altri comportamenti virtuosi sono quelli di avere sempre le gomme gonfie al punto giusto e mantenere i giri del motore sempre bassi: sotto i 2000, infatti, si consuma meno.

Come risparmiare sui costi del carburante

Se il pieno costa quasi 4 euro in più come risparmiare? Diventa importante anche individuare quei distributori che, rispetto a tutti gli altri, praticano un prezzo al litro più basso. Per riuscire in questo obiettivo esistono ad esempio delle app gratuite che segnalano i distributori più convenienti nelle zone limitrofe a dove si trova l’auto.

Si può anche pensare di cambiare alimentazione della macchina, ad esempio installare un impianto a gas, che è di certo più conveniente e meno inquinante della benzina.

Infine, per chi è in procinto di sostituire la propria macchina, può prendere in considerazione di acquistare un’auto ibrida oppure completamente elettrica. Tra l’altro, in un recente articolo abbiamo parlato proprio degli incentivi per l’acquisto di un nuovo autoveicolo.

Consigliati per te