blank

Il pesce spada è a rischio mercurio, non bisogna mai mangiarlo più di una volta a settimana

Molti di noi amano godersi un buon pasto di pesce. I sapori del mare sono particolarmente importanti per una dieta mediterranea, e consumato senza esagerare, il pesce può essere un’aggiunta preziosa per una sana alimentazione.

Purtroppo però, nel pesce si nascondono alcuni gravi rischi per la salute. Oltre ai parassiti molto comuni nel pesce che mangiamo a cui bisogna prestare attenzione, molto pesce può contenere sostanze tossiche per la nostra salute. Tra queste vi è il mercurio, sostanza molto pericolosa che può causare gravi avvelenamenti.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Alcuni pesci sono più a rischio di altri di essere contaminati da mercurio. Uno dei più contaminati è il pesce spada. Il pesce spada è a rischio mercurio, non bisogna mai mangiarlo più di una volta a settimana.

Quelli grandi sono i più a rischio

Ma perché proprio il pesce spada è più a rischio di essere contaminato da mercurio? Questo avviene perché il mercurio purtroppo si accumula nei tessuti degli animali, e anche delle persone, e risale la catena alimentare. Questo significa che un grande predatore nella sua vita accumulerà nei tessuti molto più mercurio, in proporzione, rispetto a un pesce più piccolo. Secondo il Ce.I.R.S.A. (‘Centro Interdipartimentale di Ricerca e documentazione sulla Sicurezza Alimentare’), il pesce spada risulta in assoluto il più contaminato da metilmercurio, seguito da altri grandi pesci come il luccio e il tonno. Il pesce spada è a rischio mercurio, non bisogna mai mangiarlo più di due volte a settimana.

Non più di una volta il pesce spada, non più di due volte il tonno

Proprio perché il pesce spada corre il rischio di essere contaminato da metalli dannosi come il mercurio, il Ministero della Salute ha stilato delle linee guida per garantire la sicurezza del consumatore. Secondo il Ministero della Salute, è sconsigliato consumare pesci di grande dimensioni più di una volta a settimana. Il Ministero della Salute consiglia non più di 100gr a settimana per grandi pesci come appunto il pesce spada, il luccio o il marlin. Per quanto riguarda il tonno, si consigliano non più di due porzioni a settimana. Il pesce sì, dunque, ma senza esagerare.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Consigliati per te