Il parquet in cucina e bagno è consigliato e si può ottenere lo sconto al 110%

Il parquet in cucina e bagno oltre ad essere particolare ed accogliente è molto bello esteticamente. Rispetto a quanto si può pensare, rende l’ambiente confortevole ed è facile da pulire. L’importante è la posa in opera che deve essere effettuata in modo perfetto. Quindi, il parquet in cucina e bagno è consigliato e si può ottenere lo sconto del 110%, se i lavori sono abbinati ad interventi di grosse dimensioni.

Il parquet in cucina e bagno è consigliato e si può ottenere lo sconto al 110%

Sfatati i miti che consideravano il parquet in cucina e in bagno poco adatto. Oggi esistono tipologie di parquet che lo rendono adatto alla presenza in ambienti umidi come il bagno e la cucina. Inoltre, oggi, si predilige l’uniformità dei rivestimenti, grazie anche ai trattamenti speciali del legno adeguati a tutti gli ambienti. Da considerare anche che con le nuove agevolazioni fiscali in vigore da luglio 2020 è possibile sostituire il pavimento a costo zero. Ma andiamo per gradi e analizziamo tutte le agevolazioni in vigore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Bonus pavimenti: 50%, 65% e 110%

È possibile ottenere il Superbonus al 110%, se la sostituzione del pavimento con parquet o altra tipologia di pavimento rientra in un intervento più ampio. Infatti, deve comprendere interventi per l’efficientamento energetico dell’immobile.

Le agevolazioni che si possono ottenere sono: bonus ristrutturazione al 50%, Ecobonus al 65% e il più ambito il Superbonus al 110%.

Bonus ristrutturazione al 50%

La fornitura e posa in opera dell’intervento per sostituzione del pavimento ricade nella manutenzione ordinaria. Ma se abbinati anche la sostituzione di impianti, ad esempio la sostituzione della caldaia o l’impianto idraulico, è possibile accedere al bonus ristrutturazione con una detrazione del 50%.

Ecobonus a 65%

Si può accedere all’Ecobonus al 65% con una detrazione massima di 60mila euro. Però, so nel caso in cui, contestualmente all’intervento della sostituzione del pavimento in un comodo e confortevole parquet, siano abbinati anche interventi di efficientamento energetico. Gli interventi devono mirare alla coibentazione delle superfici orizzontali (ad esempio la pavimentazione del lastrico solare, o una terrazza pavimentata, ecc.).

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che rientrano nell’Ecobonus anche le spese per demolizione del pavimento. Ma anche quelle di successiva posa in opera di quello nuovo, unitamente alla realizzazione di un impianto radiante a pavimento.

Superbonus 110%

Il parquet in cucina e bagno è consigliato e si può ottenere lo sconto al 110%. Infatti, come per l’Ecobonus 65%, se si effettuano interventi di pavimentazione contemporaneamente a interventi di coibentazione, è possibile fruire del massimo delle agevolazioni.

Bisogna precisare che nel Superbonus 110%, l’edificio al termine degli interventi deve riportare il salto di due classi energetiche. La verifica è operata dall’attestato APE prima e dopo i lavori.

Prima di realizzare qualsiasi tipo di intervento, è consigliato rivolgersi a professionisti del settore e approntare uno studio di fattibilità con tutta la documentazione e i permessi richiesti, per realizzare i lavori e non avere brutte sorprese.

Consigliati per te