Il Nikkei 225 tra conferme di target e prossime proiezioni

Non ha sorpreso la ripresa dell’indice nipponico Nikkei 225 quando, dopo aver centrato un target di Magic Box, ha ripreso il proprio trend rialzista.

In tale circostanza si sono verificate due situazioni, una prevista dal metodo Magic Box, l’altra dal metodo di lungo termine PLT.

La prima indicava in una fascia di prezzo uno dei target rilevanti, in ottica di medio e lungo termine.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

La seconda indicava che, solo qualora rotta al ribasso una certa area di prezzo, il ribasso sarebbe continuato.

In tale circostanza questa area di prezzo, individuata tramite PLT, non è stata rotta al ribasso ed ha sostanzialmente coinciso con il target di minimo previsto da Magic Box.

Rendiamo tutto più chiaro con il seguente grafico, che include anche alcune proiezioni.

Il Nikkei 225 tra conferme di target e prossime proiezioni

Partiamo quindi dal seguente grafico.

Nikkei Magic Box

La prima freccia in basso a sinistra indica il target di Magic Box, coincidente con il supporto di PLT.

Da questa area di prezzo le quotazioni si sono riprese, andando a rompere quindi il secondo livello statico, indicato dalla seconda freccia più in alto a sinistra.

Tale livello corrisponde ad un livello di PLT, rotto il quale le quotazioni hanno riconfermato il trend rialzista.

Nel ribasso dei primi mesi dello scorso anno possiamo dire che il prezzo ha corso più del tempo, nel senso che, causa l’accelerazione provocata dalla pandemia, si è raggiunto il target di prezzo prima del previsto.

Ovviamente una situazione positiva, che consente il raggiungimento dell’obiettivo prima del tempo.

Ed anche tale fattore di accelerazione al ribasso ha agevolato la successiva ripresa dei corsi.

Le frecce più a destra indicano invece i prossimi target di prezzo e tempo, proiettati con Magic Box su time frame mensile.

All’incrocio tra le rette ascendenti e le rette orizzontali troviamo setup temporali, mentre i livelli orizzontali rappresentano target di prezzo.

Il principale target è 31853, con possibili estensioni sino a 39631.

I principali setup temporali sono i seguenti, per/entro: novembre 2021, ottobre 2022, dicembre 2022.

Tali proiezioni operano nel seguente modo: se un determinato target di prezzo non viene raggiunto entro il precedente setup, salvo inversione del trend, opera un rallentamento che sposta le proiezioni temporali al setup successivo.

Nikkei 225 e forza relativa

Il secondo grafico che propongo in questo articolo rappresenta, nel quadro inferiore, la forza relativa del Nikkei 225 rispetto all’oro.

Grafico 2 forza relativa indice giapponese

Tale indicatore, settato su time frame mensile, è utilizzato insieme alla propria media mobile a 60 mesi, e notiamo, contrassegnati dalle frecce nere, i passaggi sotto e sopra la media.

Notiamo anche come tali passaggi corrispondano ad evidenti cambi di trend delle quotazioni.

Il recente passaggio sopra la media conferma, quindi, il trend ascendente dell’indice.

Curva dei rendimenti

Per concludere sull’argomento “Nikkei 225 tra conferme di target e prossime proiezioni”, dal punto di vista macroeconomico, analizzando la curva dei rendimenti giapponese, si nota un evidente passaggio da un’inclinazione negativa, sul tratto sino ai 7 anni, sulla curva di un anno fa (trend evidenziato in mero), ad una ritrovata pendenza rialzista della curva attuale (trend evidenziato in blu).

Curva dei rendimenti giappone

Un segnale di ripresa economica, che supporta le motivazioni macro a sostegno del trend rialzista dell’indice nipponico.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te