Il momento del soffice e gustoso panettone è quasi arrivato quindi meglio sapere come riconoscere quello artigianale

Ogni festività dell’anno ha un suo piatto o dolce caratteristico e se pensiamo al Natale ci verrà subito in mente il panettone. Con il pandoro si contende ormai da anni il posto di re incontrastato delle tavole degli italiani. Inutile a dirlo, ogni anno partono le discussioni tra le due fazioni principali, team panettone e team pandoro.

Oggi parleremo in particolare del panettone e di come acquistare un prodotto artigianale di qualità. Perché anche se è vero che alcuni panettoni industriali sono ottimi, quelli artigianali hanno una marcia in più. Deliziosi quelli comprati al forno del quartiere o direttamente nella regione dove nasce questo soffice dolce, la Lombardia.

Il momento del soffice e gustoso panettone è quasi arrivato quindi meglio sapere come riconoscere quello artigianale

Come capire quando la denominazione usata è reale e il panettone è stato realizzato alla perfezione?

La prima cosa da osservare è la classica cupola. Deve avere una forma regolare e ben precisa, curva al punto giusto. Se la cupola tende ad afflosciarsi al centro probabilmente non ha seguito una corretta lievitazione.

Un altro particolare fondamentale è la data di scadenza. Il panettone artigianale originale ha una scadenza di circa 30 giorni, non di mesi. Questo significa che gli ingredienti utilizzati sono freschi e non ci sarebbe alcun uso di conservanti o additivi chimici. Per accertarci dell’assenza di conservanti potremmo anche controllare l’etichetta e la lista ingredienti. Se sono presenti sigle con la lettera “E” nell’impasto ci potrebbero essere additivi.

Per finire controlliamo bene i “buchi”, o meglio gli alveoli. Una fetta di panettone artigianale deve avere questi buchetti ben distribuiti e non troppo grandi. È importante che siano un po’ allungati, questo significa che la lievitazione è davvero a regola d’arte. Il colore interno dovrebbe essere di un giallo intenso e con uvetta e frutta candita abbondante.

La bontà della tradizione

Il panettone artigianale è una prelibatezza che varia da zona a zona. Però è innegabile la sua estrema bontà data dalla lievitazione dell’impasto come una volta e la freschezza degli ingredienti. La morbidezza di ogni fetta ben umida è una garanzia che la farà quasi sciogliere in bocca.

Può capitare che avanzi e vista la data di scadenza così breve meglio riutilizzarlo invece che buttarlo. Spesso il pandoro è il più usato per ricette alternative, ma anche con il panettone si può preparare ad esempio un ottimo salame al cioccolato.

Ecco che il momento del soffice e gustoso panettone è quasi arrivato quindi meglio sapere come riconoscere quello artigianale. Con questi pratici consigli sapremo distinguere in un attimo il vero panettone artigianale da quelli industriali. Se invece siamo del team pandoro, perché non preparare un originale pandoro farcito da leccarsi i baffi?

Approfondimento

Un panettone che nessuno ha mai mangiato e che potrebbe davvero lasciare tutti di stucco

Consigliati per te