Il miglior titolo azionario da inizio anno potrebbe andare incontro a un salutare ritracciamento

Con un rialzo di oltre il 250%, Clabo mostra la migliore performance da inizio anno tra tutti i titoli di Piazza Affari. Il modo in cui questo traguardo è stato raggiunto, però, è abbastanza particolare. Praticamente si è concentrato tra i mesi di gennaio e febbraio, e successivamente durante il mese di giugno. Da notare che a fine giugno scrivevamo un report dal titolo  La corsa al rialzo di Clabo non si è ancora conclusa ma una pausa potrebbe essere molto salutare. Per il resto l’andamento è stato abbastanza laterale e quanto fatto da luglio ad oggi non fa eccezione. Ci troviamo, quindi, nella condizione che il miglior titolo azionario da inizio anno potrebbe andare incontro a un salutare ritracciamento. Prima di occuparci di questo, però, diamo uno sguardo alla semestrale relativa ai primi sei mesi del 2021.

L’azienda ha riportato un forte risultato del primo semestre con un miglioramento degli utili, dei ricavi e dei margini di profitto. Basti pensare che l’EPS (utile per azione) è passato da una perdita di 0,71 euro nel primo semestre del 2020, a un guadagno di 0,009 euro nel primo semestre del 2021.

“HYCM”/
“HYCM”/

Prima di concludere ricordiamo che la capitalizzazione del titolo è di poco più di 20 milioni di euro. Inoltre gli scambi settimanali corrispondono, mediamente, a un controvalore di circa 20.000 euro. Un valore eccessivamente basso che non esclude esplosioni di volatilità scatenate da scambi sottili. Si consiglia, quindi, massima attenzione in quanto in queste fasi si potrebbe andare incontro a grosse perdite in conto capitale.

Il miglior titolo azionario da inizio anno potrebbe andare incontro a un salutare ritracciamento: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario Clabo (MIL:CLA) ha chiuso la seduta del 25 ottobre a quota 2,76 euro in ribasso dello 0,72% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Al momento il titolo è in bilico tra il rialzo e il ribasso. I livelli da monitorare con attenzione passano per 2,74 euro e 2,84 euro. Sono, infatti, cinque settimane che le quotazioni si stanno muovendo all’interno di questo strettissimo trading range. A questo punto solo una chiusura settimanale esterna a questi livelli potrebbe dare direzionalità al titolo.

Al ribasso gli obiettivi sono quelli indicati dalla linea tratteggiata, per cui il titolo potrebbe tornare sui livelli precedenti all’exploit di giugno. Al rialzo, invece, dovremmo andare a ricalcolare gli obiettivi a inversione confermata.

clabo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te