Il miglior modo per proteggersi dagli effetti dannosi del Bluetooth e delle onde elettromagnetiche

In un mondo sempre più globale e connesso, la domanda di come e quanto gli apparecchi e oggetti elettromagnetici ci influenzino è all’ordine del giorno.

Siamo evidentemente circondati da frequenze sempre più intense e stratificate nell’etere e c’è molta confusione sull’effettiva pericolosità dei trasmettitori Wi-Fi. Inoltre, un oggetto che ormai è diventato come parte del nostro corpo è il telefono cellulare. Di qualsiasi marca o modello esso ci riempie di onde elettromagnetiche che sono scientificamente parlando, dannose per la nostra salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Secondo il Ministero della salute e lo IARC-International Agency of Cancer Report in uno studio del 2011, i telefoni potrebbero essere cancerogeni per gli esseri umani.

Precauzioni e attenzioni per preservare la salute continuando ad usare telefoni e pc

Tenendo conto del fatto che qualsiasi elettrodomestico o oggetto elettrico e che produce onde è potenzialmente dannoso, dobbiamo stilare una lista di priorità. Un asciugacapelli o una cassa acustica possono danneggiarci ma non sono elementi che utilizziamo durante tutta la giornata.

Il miglior modo per proteggersi dagli effetti dannosi del Bluetooth e delle onde elettromagnetiche quindi è la distanza di sicurezza. Assicurarsi quindi di rimanere sempre ad una distanza minima di 30 cm da un pc, e di 5 cm da un cellulare. Da evitare quindi l’utilizzo del pc a contatto col corpo, quando lo teniamo sulle ginocchia oppure sul ventre se siamo comodamente sdraiati sul divano. Fare attenzione alle chiamate e all’ascolto di vocali e audio dal telefono e non tenere quest’ultimo nelle tasche. Molto spesso avviciniamo il cellulare all’orecchio per un lungo tempo e questo aggrava molto l’udito. Inoltre, è veramente dannoso poiché le onde ed emissioni sono ravvicinate alla testa.

Il miglior modo per proteggersi dagli effetti dannosi del Bluetooth e delle onde elettromagnetiche

Per limitare quindi i dannosi effetti delle onde, possiamo ricordarci di prediligere l’utilizzo degli auricolari con fili e senza fili. Il collegamento Bluetooth emette delle frequenze a 2,4 Ghz, al pari di quelle sprigionate da un forno microonde. Ad ogni modo l’impatto di queste radiazioni è largamente inferiore anche alle sole frequenze emesse da un cellulare. Si possono scoprire i valori di emissione e l’impatto dei nostri telefoni controllando i valori SAR.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te